Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 91 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 25 00:22:41 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Angela (Ángela) Per la festa della donna 2019)

di Francesca Lo Bue (Biografia)

Proposta di Francesca Lo Bue »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/03/2019 09:42:25


Angela

Ad A.L.

Ed è un sentiero che scende dalla Roccia,
verso la Libertà,
quando trame assetate e congiure di volti bruni
salivano le scale ignominiose nell’aria inaridita.
Spuntavano fiori di melma.
Muta si fermò davanti all’albero dell’ubbidienza,
allo statuto della pietra angolare,
falò dei cammini.
E fu corona regale di penitente solitudine.

Dolci sono i passi del penitente,
dolci i passi dei salvati.
Mani tese strappano le viole.




Ángela

Y fue por un sendero que desciendió de la Roca,
hacia la Libertad,
cuando tramas sedientas y conjuras de rostros pardos
subían las gradas ignominiosas en el aire árido.
Despuntaban flores de cieno.
Muda se detuvo delante del árbol de la obedienza,
a las palabras del estatuto de la piedra angular,
hoguera de caminos.
Y fue corona real de penitente soledad.

Dulces son los pasos del penitente,
dulces los pasos de los salvados.
Manos tendidas arrancan las violetas.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesca Lo Bue, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il tuo volto multiple , di Francesca Lo Bue (Pubblicato il 28/05/2015 10:03:26 - visite: 612) »