Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Aforismi
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 23 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Oct 16 07:31:44 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Lettera di Vincent Van Gogh - wasmes, luglio 1880.

di Eliseo Pezzi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli aforismi dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/10/2019 10:15:42

 

Così penso che tutto ciò che negli uomini c’è di veramente buono e bello, di bellezza interiore e morale, spirituale e sublime, venga da Dio e che tutto quel che c’è di cattivo negli uomini e nelle loro opere non venga da Dio e Dio non l’approvi.

 

Ma, involontariamente, sono sempre portato a credere che il miglior modo per conoscere Dio è quello di amare molto. Ama il tale amico, la tale persona, la tale cosa, quel che vuoi e sarai sulla via del sapere, ecco ciò che mi ripeto. Ma occorre amare con simpatia seria ed intima, con volontà, con intelligenza e bisogna sempre cercare di saperne, di saperne di più o meglio: questo conduce a Dio, alla fede incrollabile.

 

Per citare un esempio: chi ama seriamente Rembrandt, si renderà ben conto che Dio esiste. Chi approfondirà la storia della Rivoluzione Francese, non potrà essere incredulo e vedrà che nelle grandi cose si manifesta una forza superiore. Chi ha assistito anche solo per un po’ di tempo ai corsi gratuiti della grande università della miseria ed ha osservato attentamente le cose che ha visto e sentito e vi avrà riflettuto, finirà anche col credere e coll’imparare più di quello che non possa attendersi.

 

Cercate di capire l’ultima parola dei capolavori dei grandi Artisti, dei veri maestri: vi troverete Dio. C’è infatti chi l’ha detta o scritta in un libro, e chi l’ha espressa in un quadro.

 

Leggete semplicemente la Bibbia e il Vangelo: fanno pensare a molto, a tutto. Ebbene, pensate a questo molto, a questo tutto ed il vostro pensiero sarà elevato al di sopra del livello ordinario”. “Dunque: dato che si sa leggere si legga…”.

 

 

 


# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Eliseo Pezzi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.