Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2018: Cherchez la femme | invito a partecipare
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 109 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 19 11:11:30 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

E intanto fuori piove

di Giuseppe Venticinque
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/02/2018 10:05:05

Onirico inganno,

Tormentata storia d'amore.

Non era nostro pensiero

Far parola con nessuno.

 

In un frammento di secondo

esplose la pioggia

sul nostro cammino.

A volte si cammina sui sogni

in una strada deserta, senza sosta.

Quasi invisibile un vecchio casolare,

preludeva un abbandono passionale.

Gli alberi oscillavano, mossi dal vento e

un pensiero balenò nella mia mente.

Il sorriso si accese sulle sue labbra,

in un silenzioso abbraccio

di intese e complicità.

Il profumo della sua pelle divampò in

una vera pulsione amorosa che

placava una sete condivisa.

La pioggia continuava a scendere

tra vibrazioni di brividi e

grandi sospiri.

Uscirono dalle crepe dei muri

parole bisbigliate, offuscate ombre

di un passato, ingannato,

oggetto del suo amore e

intanto fuori piove.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giuseppe Venticinque, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Accade adesso (Pubblicato il 07/04/2018 18:44:02 - visite: 63) »

:: La goccia di stalattite (Pubblicato il 13/03/2018 18:26:55 - visite: 77) »

:: Anche se non c’è nessuno (Pubblicato il 05/03/2018 19:13:39 - visite: 105) »

:: Ruba i miei passi (Pubblicato il 30/01/2018 18:47:37 - visite: 79) »

:: Dipinto (Pubblicato il 23/01/2018 18:02:57 - visite: 117) »

:: Il sogno (Pubblicato il 22/01/2018 17:20:11 - visite: 93) »

:: Dal nulla all’anima (Pubblicato il 18/01/2018 10:03:55 - visite: 99) »

:: Cuore in guerra (Pubblicato il 16/01/2018 18:12:25 - visite: 111) »

:: Sfiorando il tuo seno (Pubblicato il 14/01/2018 10:48:03 - visite: 98) »

:: Destini celati (Pubblicato il 06/01/2018 12:12:00 - visite: 76) »