Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Aforismi
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 434 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 14 20:25:04 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Sulla Poesia

di Pietro Menditto (Biografia)

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/10/2016 07:57:45

Devi smetterla di pensare che la cultura e addirittura l’eruzione possano aiutare a scrivere poesie. Il Manzoni ha scritto i Promessi sposi utilizzando poche migliaia di parole conosciute da qualche milione di persone. Le belle poesie vengono (ma non parlo da esperto) da uno stato costante di concentrazione, che è come un campo dissodato e arato. Su questa predisposizione arrivano semi che immancabilmente diventeranno poesie.
Se permetti (lo avrai capito che non sono completamente cattivo)vorrei che tenessi presente come sia importante tenere la mente sgombra anche dalla Fede (senza rinunciarvi, è chiaro) perché la poesia è gelosa. Insomma è anche un po’ come con le donne. Uno le vuole, è pronto a prenderle, ma davanti a loro fa finta di poterne fare a meno e quelle ti si attaccano ancora di più. Nessuno di noi avrà mai il Nobel ma il Nobel non ci avrà, perché troppi scrivono per il Nobel. Non pensare alla tua condizione economica o a stronzate del genere. Io ho un cancro, una specie di leucemia. Da sei mesi sto passando quello che puoi immaginare, ma la poesia è come quell’uccello che si posa sul davanzale della finestra di una camera ardente fa il suo assolo e subito vola via. La poesia sa essere anche così crudele, naturalmente dal nostro punto di vista. Mi accorgo di saltare da una cosa all’altra e di essere troppo prolisso. Scusami. Continua a scrivere, ma mai per forza. Tu sei lì, le parole per scrivere un capolavoro o solo una bella poesia le possiedi già, devi solo avere l’umiltà di aspettare. Noi siamo come dei monaci, e monaco significa solo. Viviamo e ci aggiriamo nel silenzio del deserto fino a quando non si leva il canto di una sorgente che diventa il nostro canto.

(Girovagando nella mia 'soffitta' virtuale, ho ritrovato un commento di Pietro, poiché di un autore che ho molto ammirato e stimato, e anche perché trovo le sue osservazioni sulla Poesia un piccolo gioiello da manuale, ho deciso di proporlo ai lettori de La Recherche. Il testo è stato espunto di alcuni riferimenti personali; tuttavia è pubblico per ora in altra sezione.)

# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ferdinando Battaglia, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ferdinando Battaglia, nella sezione Proposta_Aforismi, ha pubblicato anche:

:: I compleanni , di Henri J. M. Nouwen (Pubblicato il 04/03/2012 09:57:40 - visite: 2594) »

:: Proust insegna e La Recherche ripete agli autori , di Marcel Proust (Pubblicato il 12/03/2011 19:32:14 - visite: 905) »