Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 75 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Nov 16 17:42:52 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Piano Piano

di Alberico Lombardi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/07/2018 18:54:26

Ci stiamo allontanando piano piano,

col sole al suo orizzonte rosso di fuoco

e alle spalle dolce la luna pronta a salire.

Che strano, queste son cose che ormai

ben conosciamo,

il sorgere del sole oppure suo tramontare,

non ci facciam più caso, così ci trasciniamo.

Certo tant'anni ormai passati ché paion tutti uguali,

facendo come gli astri sempre le stesse ellissi,

gioie ed affanni ad ogni stagione,

fuggono gli anni.

Mi viene in mente così, la verità celeste,

quella che ci fa figli d'unico Dio,

incerto baluardo di noi, piccoli ceri.

Ci stiamo avvicinando, piano piano,

col sole albeggiante, la luna rossa a scemare,

e l'infinito nulla lì sparso pei cieli,

sol piccolo pertugio per entrare.

 

Alberico Lombardi

poesia nel mio secondo libro, edito Montedit in maggio 2018

dal titolo "Com'è profondo il mare".

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alberico Lombardi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Dalla foce del Tronto (Pubblicato il 11/07/2018 18:42:27 - visite: 33) »

:: Il dolore (Pubblicato il 11/07/2018 18:17:58 - visite: 48) »

:: Il dolore (Pubblicato il 11/07/2018 18:15:28 - visite: 56) »