Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 79 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Dec 13 05:35:25 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Terzo Sonetto Estivo

di Domenico De Ferraro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/08/2018 20:09:13

Terzo Sonetto Estivo


Canto alla vita in riva al mare, seduto sotto le stelle, mi confondo nel senso profondo del silenzio circostante , nella forma che giunge da generatrici miti. Dentro questo canto il mio cuore palpita , dentro il tempo di un sospiro ogni cosa passa.

Ed il mare è solo una parte del dolore provato che batte nel mio petto, sotto forma di un errore che si perde in ombre fallaci difficili da capire . Questo sera sotto le stelle in riva al mare della mia infanzia ,del mio matrimonio, del mio divorzio , della mia morte, del mio delirio che s'anima in oniriche figure figlie del mio male, figlie dei miei giorni di vacanza.

Solo nel mio pensiero io cavalco le onde del mare, cado nel lieto dormire nelle vispe rime . Metrica elettrica , echi di voci, finestre aperte nella propria vita . Ed esule nel mio andare, perduto nel mio tempo , io ed il mare, io ed il mio amore che non ha pace, come un vento passa e mi porta via verso altre terre, verso un senso profondo , verso te che dormi nei miei versi. Ed è dolce morire in riva al mare sotto le stelle dopo il solleone .

Dimmi quando tutto questo finirà, dimmi quando il mio morire sarà amore. Sarà un bene legato al tempo in cui ho lottato in questa vita mia in questo mio andare verso altre dimensioni per paesi e città solo con la mia innocenza solo con il mio cuore che batte forte, batte dentro di me e nell' universo intero sotto le stelle d'agosto .

Verseggiare, inutile vivere e non poter raccontare questo essere uno e solo questo universo che s'apre ad un nuova canzone. Ascoltare il mare e le voci del mondo ascoltare te che vivi dall' altra parte che corri ed uccidi, ami e aspetti come me che risorga il sole . Non ci sono parole così dolci come lo scorrere dei versi che pensai per te , per questa vita buttata via ,gettata in un fosso. Ossa e sole dentro un deserto, un mare di notte, ed il canto delle sirene m'attirano verso di loro, mi chiamano nell'oscurità di questa esistenza ove io mi sono perso.

Folle questo mio essere, immagine pigra che spinge il carro delle stelle verso un buco nero , verso il sogno del bimbo che dorme dentro questo universo di stelle, innocente figlio della bellezza, figlio della mia sorte, del mio cammino , del mio delirio. Agosto, sogno grande imprese, sogno un mondo diverso , un amore da mordere, un amore malato da guarire come il tempo ha voluto fosse. Come il mare, anche il mio amore muore con il mio bene ed il mio intendere che splende sotto le stelle di una giovane estate, matura signora ignuda, distesa sopra un letto di ricordi.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Domenico De Ferraro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’ode Dell’Altro Mondo (Pubblicato il 07/12/2018 22:06:45 - visite: 24) »

:: Canto Dei Goti (Pubblicato il 11/11/2018 19:50:10 - visite: 40) »

:: Nenia Di Tutti Santi (Pubblicato il 01/11/2018 17:57:48 - visite: 44) »

:: Desto Nel Canto (Pubblicato il 20/10/2018 17:17:52 - visite: 53) »

:: Canto Del Mio Domani (Pubblicato il 10/08/2018 19:32:29 - visite: 89) »

:: Ditirambo D’una Notte D’estate (Pubblicato il 26/07/2018 22:05:52 - visite: 117) »

:: Proemio Della Bella Estate (Pubblicato il 12/06/2018 21:12:32 - visite: 126) »

:: Versi Dell’Ossesso (Pubblicato il 09/06/2018 17:40:29 - visite: 78) »

:: Ballata Del Sabato Santo (Pubblicato il 17/04/2017 13:10:18 - visite: 197) »

:: Prati Verdi (Pubblicato il 25/03/2017 19:54:39 - visite: 242) »