Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Raccordo anulare

di Marisa Righetti
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/09/2010 10:55:47

Raccordo anulare

Parlano del passato ora lei e Wanda, chiuse nel bagno, come da bambine.
Il passato è divenuto un argomento quasi piacevole di conversazione, per Marta, perché familiare, mentre Roma, questa qui, questa razza di meridionale civilizzata, chi la conosce.
Sembra che in Wanda non ci sia ombra di scollamento. E’ quella di sempre, convinta lei.
Lei sorride, tra sé, a tutti i suoi io io, mentre pensa al da farsi, confondendosi sul raccordo anulare.
Roma si stende come un grande plastico,. Invitante. Un corpo enorme come una madre su cui brancolare.
C’è gentilezza per le strade. E’ rassicurante qui il contatto umano. Ma negli spazi siderali, nei vuoti galattici, tra Boccea e Primavalle, sta in ansia.
La Calabria è là – pensa- è passato più di un mese, lavoro non ce n’è. Telefona a casa. Sua madre le raccomanda di chiamarla a qualsiasi ora, appena trova, di giorno o di notte, di chiamarla, si raccomanda.
A Marta verrebbe da sfotterla: - di giorno, per forza, di notte si trova da fare solo i ladri o le puttane.- Ma la risparmia, da lontano.
Sorda da sempre al richiamo della speranza, sua madre teme e aspetta solo il peggio.
Wanda in macchina le racconta che Sergio ancora si buca, che Walter non sta con nessuna, che Bruno litiga sempre con sua moglie.
Mentre quella parla, lei accende la radio, si sintonizza su un’emittente privata, radio proletaria, che trasmette un’assemblea a Casal Palocco. Ascolta. Dice degli americani che hanno deciso di invadere san Salvador, dei francesi che bombardano il libano, dello scambio di 4 mila e 500 palestinesi contro sei israeliani presi in ostaggio.
Cambia emittente. Mare, mare, mare, urla Loredana Bertè.
A tavola, un giorno si mette a contarli i cazzo che Wanda urla a sua figlia Vanessa. Bel nome, però, l’avrà preso da qualche fumetto, pensa lei, stà burina, e l’altro figlio si chiama Antares, ha un nome astrologico, le dice.
Lei lo sfotte: antares o venires. Lui prima non afferra, poi, tosco tosco risponde, io Antares, tu venires. Un coltellata ad un fianco, da un moccioso di dieci anni.
Adesso, eccola lì, che cammina per strada, andando per piazzale Flaminio. Pensa ai ragni, a come fanno a stare a testa in giù, a nutrirsi di polvere e insetti, dell’invisibile. Immersa in un traffico di idee, sconclusa come mai, si sente, come al solito, esposta al vento di ogni imprevisto, pensa di tornare.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marisa Righetti, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marisa Righetti, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Il cieco (Pubblicato il 11/10/2010 16:18:38 - visite: 795) »

:: Fiat Lux (Pubblicato il 01/09/2010 10:53:16 - visite: 797) »

:: Momò (Pubblicato il 18/06/2010 08:10:35 - visite: 704) »