Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 153 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Aug 23 14:53:24 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Viva il treno per Yuma!

Argomento: Musica

di Giuseppe Paolo Mazzarello
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/03/2019 21:13:48

Mentre calano le prime ombre della sera sulla città, gli autobus diradano fin troppo le loro corse. A buscarsi il raffreddore nella loro attesa, ci corre poco e il pensiero corre a una fantomatica tratta ferroviaria velocissima per la città mercantile di Francia. Invece, alle tre e dieci passava il treno per Yuma: bastava solo essere decisi a non perderlo. Compare nel film del 1957 e la colonna sonora fu firmata da George W. During e Ned Washington. Trascrivo qui sotto il testo e, con esso, i miei pensieri.
“There is a lonely train called the 3:10 to Yuma.” Un treno è solitario quando percorre uno scenario ampio e selvaggio; le sue stazioni sono popolate da pensieri più che da persone.
“The pounding of the wheels is more likely a mournful sigh.” Un sospiro è per riprendersi, non per prendersela con qualcuno.
“There's a legend and there's a rumour, when you take the 3:10 to Yuma.” Si prende volentieri un treno così.
“You can see the ghosts of outlaws go riding by, in the sky.” O gran bontà dei fuorilegge antichi che, dopo un salutare soggiorno a Yuma, ora cavalcano per il cielo.
“Way up high, the buzzards keep circling the train, while below the cattle are thirsting for rain.” Si da' il latte a chi ne ha bisogno. Il cielo non è per troppi aerei e l'inquinamento apre la via della sete.
“It's also true they say on the 3:10 to Yuma, a man can meet his faith, for faith travels everywhere.” “Ma quando il Figlio dell'uomo tornerà, troverà ancora fede sulla terra?” Lc 18, 1-8.
“Though you've got no reason to go there and there ain't a soul that you know there, when the 3:10 to Yuma whistles its sad refrain, take that train.” Questo è lo spirito: andare dove si deve andare, anche se non si conosce ancora nessuno del posto. I treni disonesti fanno litigare. I treni onesti emettono un fischio nostalgico ma tutti sanno che, prendendoli, arriveranno da qualche parte.
“So when you take the train called the 3:10 to Yuma and leave the things you love, you leave a silent prayer...” Amen.
Le ombre della notte hanno completamente avvolto la città, percorsa dai rari autobus che hanno riportato a casa gli ultimi rari passeggeri.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giuseppe Paolo Mazzarello, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giuseppe Paolo Mazzarello, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Cinema ] Quel treno di ’Mezzogiorno di fuoco’ (Pubblicato il 29/04/2019 20:23:05 - visite: 70) »

:: [ Scuola ] E-mail alla Terza D (Pubblicato il 18/03/2014 18:45:23 - visite: 1015) »

:: [ Società ] Uma Igreja Argentina - It. (Pubblicato il 24/03/2013 20:09:39 - visite: 826) »

:: [ Storia ] Confederate Soldiers (Pubblicato il 09/06/2011 01:39:23 - visite: 1187) »

:: [ Avventura ] Bosio e l’impero della filibusta (Pubblicato il 19/04/2011 23:49:19 - visite: 983) »

:: [ Avventura ] Lorenzo de Bosio (Pubblicato il 17/04/2011 22:27:01 - visite: 1174) »

:: [ Società ] ’Beau Geste’ a la Trinité (Pubblicato il 21/03/2011 20:55:39 - visite: 1288) »

:: [ Società ] A Gressoney (Pubblicato il 07/03/2011 22:11:34 - visite: 1276) »

:: [ Società ] Tutte le ragazze dell’Arecco (Pubblicato il 06/02/2011 17:23:50 - visite: 4950) »

:: [ Teatro ] Gianni Ansaldi (Pubblicato il 01/02/2011 20:29:02 - visite: 1685) »