Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Poesia della settimana

Questa poesia è proposta dal 19/12/2016 12:00:00
Pagina aperta 1357 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 23 00:28:00 UTC+0200 2017

Come ai giorni dell’oro - inedito

di Francesco De Girolamo (Biografia/notizie)

« indietro | versione per la stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »


 

Un febbrile ritorno avanza piano, 
stretto tra le nascoste pieghe vive 
delle cose perdute, andate, prive 
d’orme chiare, ma che un nuovo, lontano 

sguardo riemerso sembra riuscire 
a ridestare, come ai giorni dell'oro. 
E sembra che le voci amiche, in coro, 
ti sussurrino frasi da carpire 

nel silenzio presente, sorda luce,
corolla di fermenti che si schiude 
alla ferma fiducia, all'accoglienza 

del tuo fertile vuoto, delle nude,
tenui trame, disperse nell'assenza,
che un filo inafferrabile ricuce.

 


# 6 commenti a questo testo: Leggi | Commenta questo testo »