:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1383 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Sep 10 08:52:06 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Non colpevole! Poesia per uso personale

di Marco Banti
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 22/09/2011 13:59:34

Chissà se mi leggerai

se così fosse, che sia il caso a decidere

Io non ti avviserò ma sarò chiaro

che possa capire, inequivocabilmente;

è a te che parlo, non altri, né alla poesia.

Ti sono di fronte,  vicino e ti fisso

che tu non possa scappare, voltarti nemmeno;

che non ci sia dubbio , sfacciatamente…ricordi!?

Quel fare da maschio arrogante, di un tempo passato

che non si rimpiange ma che adesso riaffiora;

adesso mi serve perché tu lo sappia

perché entri dentro a far parte di te.

Ho letto la tua risposta, più che letta;

la ho assorbita, me ne sono imbevuto

e sono ubriaco del tuo scrivermi.

Ti vedo nel mettere su tasti

su  schermo freddo, scialbo

parole per me, per parlarmi.

E tutto trascende, e lo schermo e quei tasti

diventano amici; carne che tocchi,  che è calda

che senti nel cuore, sul corpo

Come bimbo neonato che dorme sereno sul petto

quei verbi i soggetti le virgole i punti, le frasi

sono placebo ai miei timori

mi rendono sgombro da paure e dubbi.

Tu mi hai scritto! mi hai detto

“…non devi scusarti di nulla”

e aggiunto  “…un abbraccio, concedimelo”

Son lieto di non essere visto;

non è bello che un uomo esibisca

un canto, una danza di gioia.

Ciao

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marco Banti, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marco Banti, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La prochaine (Pubblicato il 07/02/2013 13:34:39 - visite: 1302) »

:: Basta poco (Pubblicato il 23/01/2013 20:03:11 - visite: 1345) »

:: Poche parole (Pubblicato il 21/11/2011 14:42:26 - visite: 988) »

:: Gradini a scendere (Pubblicato il 14/11/2011 11:35:18 - visite: 960) »

:: Pioggia acida (Pubblicato il 22/10/2011 21:40:55 - visite: 1031) »

:: 27 Gennaio (Pubblicato il 11/09/2011 17:09:10 - visite: 1264) »

:: Che fare!? (Pubblicato il 11/09/2011 17:03:59 - visite: 1051) »