:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

La discesa di Cristo all’ Inferno

di Rainer Maria Rilke (Biografia)

Proposta di Cosimina Viscido »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/07/2011 13:54:34

Finito il patimento, la sua essenza si separò dall'orrido
corpo del suo sentire. In alto. Lo lasciò.
E la tenebra, sola, ebbe spavento
e scagliò pipistrelli contro la spoglia livida-
nel loro sciame svolazzante a sera
freme ancora l'orrore di cozzare
contro il tormento raggelato. Cupa aria senza pace
si avvilì sul cadavere e una torpida inerzia
colse i forti animali veglianti nella notte.
Libero dalla spoglia pensò forse il suo spirito librarsi
sul paesaggio, senza agire. Chè ancora gli bastava
l'evento del suo patire. Mite gli appariva
la presenza notturna delle cose e su di esse
si espandeva come uno spazio triste.
Ma la terra, essiccata e assetata nelle sue piaghe,
ma la terra si fendè e ruppero voci dall'abisso.
Egli, conoscitore dei martìri, udì l'inferno urlare
verso di lui, bramando prendere coscienza del suo patire
ormai compiuto, perchè dalla fine della sua pena (infinita)
traesse presagio e terrore la pena perenne degli inferi.
E nell'abisso precipitò lo Spirito con tutto
il peso del suo sfinimento, procedè in fretta
seguito dagli sguardi stupefatti di ombre erranti,
levò lo sguardo verso Adamo, un attimo,
rapido si calò, sparve e perse nel ripido
di più selvagge voragini. D'un tratto (più alto, più alto)
sopra il centro
dei loro urli schiumanti, sulla lunga torre
del suo soffrire si sporse: senza fiato,
in piedi, senza balaustrata, proprietario dei dolori. Tacque.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Cosimina Viscido, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Cosimina Viscido, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Quella sera che ho fatto l’amore mentale con te... , di Vivian Lamarque (Pubblicato il 10/02/2014 11:37:57 - visite: 3808) »

:: Nuvole... , di Fernando Pessoa (Pubblicato il 02/02/2014 19:48:31 - visite: 2204) »

:: Monologo del non so , di Mariangela Gualtieri (Pubblicato il 25/01/2014 14:17:07 - visite: 8991) »

:: Abbandonato sulle montagne del cuore... , di Rainer Maria Rilke (Pubblicato il 28/09/2013 11:55:41 - visite: 2948) »

:: Quanto più puoi , di C. Kavafis (Pubblicato il 02/02/2013 17:57:47 - visite: 4483) »

:: Frammento da Adonais , di Percy Bysshe Shelley (Pubblicato il 14/01/2013 18:46:01 - visite: 2814) »

:: In un vecchio libro , di Costantino Kavafis (Pubblicato il 12/05/2012 09:20:30 - visite: 2143) »

:: Quando si destano , di Costantino Kavafis (Pubblicato il 12/05/2012 09:05:03 - visite: 2133) »

:: La vanità , di Giuseppe Ungaretti (Pubblicato il 06/05/2012 15:43:57 - visite: 3806) »

:: L’attimo carnale seguì le intenzioni... , di Giuseppe Ligresti (Pubblicato il 15/04/2012 20:12:23 - visite: 1869) »