:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 378 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Apr 17 22:18:10 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Perchè?

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/03/2015 18:36:47

Uno dei concetti esistenziali primari per l'uomo e la sua essenza, è la diversità. Intesa religiosamente, socialmente, politicamente, sessualmente...etc.  Secoli di lotte, genocidi, contrasti di qualunque forma si ripetono all'infinito, riproponendo sempre gli stessi atti di spettacolo.

Perchè non si smette di alimentare odio irrazionale fondato sull'ignoranza? Perchè non si combatte l'unica cosa che andrebbe combattuta? - Bella domanda direbbero alcuni, allontanando la semplicità dalla risposta - Il fanatismo : ecco cosa affligge da sempre , e in ogni questione.

Visto il trambusto "da sempre attuale" ,userò la questione degli omosessuali come esempio.

 

"Permettere il matrimonio tra omosessuali rispettandoli si , concedere parate di persone nude no." Ora, chi sono gli omosessuali che si sposano tranquillamente e chi sono le persone nude che fanno parate? Come si distinguono? - Chi bisogna odiare dei due? Quest'ultima è la domanda che i fanatici si pongono in aggiunta alle altre - Lo stesso identico fanatismo è quello che è innalzato da coloro che fanno quelle parate. L'omosessuale "tranquillo" ,come spesso è definito, è una persona che lavora o studia, ha delle passioni e ha una preferenza sessuale dedicata a persone dello stesso sesso.

Non bisogna condannarli, loro non infliggono danni fisici o morali (a meno che si sia ignoranti come una capra). 

Bisognerebbe vivere la propria vita a fondo, concentrarsi sulla propria situazione individuale , cosa che gli omosessuali fanno civilmente. Il fanatico invece, spesso non trova di meglio da fare che urlare e contestare. 

La questione dell'affidamento dei bambini a coppie gay si, è un argomento su cui basare un dibattito , possibilmente civile e democratico.

Molti fanatici (di entrambi le parti) dovrebbero comprendere che l'assurdità della loro convinzione apporta , oltre ad inutili contrasti , una perdita di tempo. Che si potrebbe spendere in altri modi!

 

Urlare a gran voce, fare manifestazioni , creare odio di parte non fà stare bene nessuno. Vale per le religioni, la politica, per la diversità : l'umano sentire ostile chiunque non sia uguale a noi.

Con un po' di civiltà e buon senso, non si deve sopprimere quel sentimento naturale ma solo equilibrarlo.

Perchè il fanatismo , causa di tutti i mali , è permesso in ogni discussione e confronto? Perchè si sente il bisogno di esternare le diversità degli altri con rabbia ? Perchè non si può vivere civilmente e farsi "gli affari propri" (aggiungendo un pizzico di liberalismo individualista) ?


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Il prodotto audiovisivo seriale: parere non chiesto. (Pubblicato il 19/01/2018 20:54:32 - visite: 336) »

:: Questo non hai mai letto niente di Marx, Kant, Hegel e altri (Pubblicato il 07/01/2018 12:12:57 - visite: 433) »

:: Stai parlando a te stesso (parte3) (Pubblicato il 06/11/2017 23:26:20 - visite: 483) »

:: Stai parlando a te stesso (parte2) (Pubblicato il 04/11/2017 01:31:03 - visite: 353) »

:: Stai parlando a te stesso (parte1) (Pubblicato il 29/10/2017 15:31:41 - visite: 380) »

:: Questo scritto è stato acconsentito ’dall’altro’ (Pubblicato il 15/05/2016 20:59:19 - visite: 613) »

:: Qual è il modo giusto di vivere? (Pubblicato il 07/04/2015 14:54:31 - visite: 1769) »

:: Considerazioni romantiche sulla musica di Beethoven (Pubblicato il 26/03/2015 15:50:55 - visite: 660) »

:: Onsoul (Pubblicato il 08/03/2015 19:11:47 - visite: 553) »

:: Non voglio imitarti ma apprezzarti ! (Pubblicato il 08/03/2015 18:52:23 - visite: 563) »