Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1310 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Feb 25 10:31:53 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Parigi, censurata la pipa di Jacques Tati

Argomento: Alimentazione

di Giuseppe Bisegna
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/04/2009 22:31:04

Riporto di seguito un articolo trovato su "Fumare la pipa" , un forum on line di appassionati di "fumo lento". Con questo non si vuole incitare alcuno a fumare o a giustificare comportamenti e scelte ma che spesso si ricorra a certi eccessi di zelo sembra francamente assurdo. Ci sono numerosissimi casi in cui "un vizio" ha contribuito a creare l'immagine di un personaggio, uno scrittore, un attore, un regista, un intellettuale ecc. attuare una "pulizia" cosi zelante su ciò che si crede possa disturbare il buon costume è ridicolo, perchè in fondo, non se ne vede cosi tanto in giro di buon costume.
E personalmente credo che un vizio faccia meno male di tante ansie e paure e appuntamenti e ritardi e frenesie che la società per bene di oggi impone.

Di seguito l'articolo riportato su : www.fumarelapipa.it

«Assurdo, ridicolo, Jacques Tati senza la sua pipa, è come Chaplin senza cappello». È unanime il coro di proteste contro la decisione di Metrobus, la pubblicitaria della metropolitana parigina, di censurare il manifesto di una mostra alla Cinematheque dedicata al mitico regista-attore, perchè la pipa di Monsieur Hulot a spasso sul suo Solex «è contraria alla legge anti tabacco».

Metrobus voleva cancellare completamente l'oggetto dello scandalo, ma ad iniziativa così ridicola la Cinematheque ha risposto con uno stratagemma che sottolinea il ridicolo: sui manifesti consegnati a Metrobus ed esposti nelle stazioni della metropolitana la pipa è sostituita da una girandola colorata. E perchè non mettere in testa a Monsieur Hulot un casco integrale, e sostituire il Solex inquinante con un veicolo verde? La stampa ha fatto a gara per inventare commenti ironici. Il cineasta Costantin Costa Gavras, presidente della Cinematheque, trova assurdo questo «eccesso di zelo» e sottolinea che Tati non accende mai la famosa pipa, in nessuno dei suoi film.

Claude Evin, ex ministro della sanità e padre della legge anti tabacco di 18 anni fa, teme addirittura che la polemica scatenata dalla censura - censura che alcuni paragonano al buon tempo della manipolazione di immagini nell'ex Urss - nuoccia alla lotta contro il fumo e sottolinea che Monsieur Hulot, il personaggio creato e interpretato da Jacques Tati, e la sua pipa fanno parte del patrimonio culturale della Francia. Ma Tati-Hulot non èla prima vittima della legge Evin: nel 1996 da un francobollo raffigurante Andrè Malraux scomparve la sigaretta tra le labbra, e nel 2005 toccò ad un altro accanito fumatore, Jean Paul Sartre: la sigaretta sparì dalla foto di un catalogo di una mostra a lui dedicata alla Biblioteca nazionale.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giuseppe Bisegna, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giuseppe Bisegna, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Letteratura ] Salvatore Toma, il maledetto del Salento (Pubblicato il 27/03/2009 20:02:28 - visite: 1563) »