:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 896 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 9 00:35:01 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Italia-Germania

di Marco Banti
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/01/2013 12:25:44

Il proiettile lo trapassò e fu solo stupore sul quel viso di bimbo.
C’era dunque qualcosa più svelto di lui!?

 

Da cinque minuti oramai quelle uniformi cercavano di catturarlo.
Era veloce, agile; era giovane.
Loro lenti nei lunghi pastrani,  impacciati da elmetti e fucili anche se i volti erano di ragazzi poco più grandi

Due li aveva fatti scontrare l’un l’altro; un terzo, inciampare nelle valigie  allineate vicino ai camion

 

Il suono aspro di ordini gutturali si mischiava alle grida degli amici di sempre, anch’essi in fila, con gli adulti

Un’altra partita, mille volte giocata; scatti, finte, scarti mettevano in crisi il nemico. Avrebbe fatto vedere a quei crucchi del cazzo come si muove un ragazzo di borgata

Anche senza il pallone era un Italia-Germania, come quella giocata cinque anni prima. In più era in casa; nel grande cortile che conosceva come le sue tasche bucate

 

Oramai era gara; chi insegue, chi scappa.

Perfino un sorriso sul volto di Kurt; Friz e Karl piazzati davanti all’androne per non farlo scappare in strada. Là, non lo avrebbero più preso:
“volava!” quel diavolo, volava bellissimo.

 

Era davvero Italia-Germania, come nel ‘trentotto; la rivincita

 

Nessuno si accorse del gesto bestiale, né amici né adulti; nemmeno i nemici, nemmeno io. Tutti a fare il tifo per l’uno, per gli altri

 

Come una foto ferma un momento,

quel colpo secco fermò la vita

 

L’ufficiale rimise il fucile al soldato, comandi secchi nel silenzio irreale; la fila riprese a salire sui camion, le valigie su altri. Nessuno sentì. Mentre cadeva sussurrò “stavamo vincendo”...“vincendo di nuovo”

Risposi che si, stavamo vincendo e che il secondo tempo l’avremmo giocato in un posto migliore.

Guardai Kurt, Friz, Karl; quelli sui camion, anche l’ufficiale che impartiva nuovi ordini e aggiunsi, tornando sul ragazzino,
“...in un posto migliore e, purtroppo, con le squadre al completo”

 

“STOP! QUESTA E’ BUONA, LA TENIAMO!”
“Due ore di pausa; tutti a mangiare che poi giriamo la cena a casa di Giovanni con il partigiano nascosto”

 

Marco saltò su come un grillo, sorrise dicendo “vieni?”
volò via

 

Tutti sparirono in un istante;

nel cortile solo un’aria densa, spessa, di tragedia consumata.

Rimasi io e, vicino a un muro, una donna apparsa dal nulla;

senza età, senza luogo.

Si avvicinò; una mano fredda a carezzarmi il viso,

occhi aridi di lacrime, voce serena “Bravi!; successe proprio così!”

 

Si allontanò, scomparendo nello scalone del 4B,

mentre una nenia di balia riempiva quel silenzio


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marco Banti, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marco Banti, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dirti grazie (Pubblicato il 22/01/2013 21:11:39 - visite: 753) »

:: Dategli almeno un calcio (Pubblicato il 22/10/2011 21:49:23 - visite: 865) »

:: 42°36’29.28Nord 8°52’04.59Est (Pubblicato il 15/09/2011 20:41:46 - visite: 764) »