:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1375 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Apr 9 15:11:59 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Patiboli

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 12 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/12/2013 02:54:09

Quattro fuochi perchè non tre?

a dissodar bivacchi

le chiassose  pastoie del branco

non dividono i larici

in questa notte di frodo

non sono nessuno

non so il mio nome e non mi trovo sul prato

insieme agli altri 

allora perchè muoio di stenti?

non dovrei essere sulla lista dei credenti?

a tracimar d'abisso ed altri fronzoli?

s'asciuga lo sbadiglio del mondo

sulla storia del singolo

ha bisogno di adepti che traccino una via

che sappia d'erba e di rugiada

questo mattino che dilegua la sua scia

perchè tremare ancora se la notte

adagia le sue fronde sullo spigolo di cielo

che ancora si vede?

amore ho sete amore ho fede

eppure dalla pozza non sgorga

acqua corrente

forse perchè ho preferito Gesù Cristo

al suo padre evanescente

forse perchè ho amato le labbra di lei

e ho smesso di credere agli dei

quando ha chiuso le sue cosce

ed altri carichi pendenti

sono vivo sono morto

ma forse si nasce di nuovo

ad altri oltraggi e non ricordo

le mie vite precedenti.

 

Così sia 

se vuoi andare per la via

e non hai reame.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 12 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: I rimedi della nonna (Pubblicato il 12/04/2024 01:29:01 - visite: 17) »

:: Svegliati è primavera (Pubblicato il 10/04/2024 01:17:38 - visite: 41) »

:: lesa maestà (Pubblicato il 09/04/2024 01:39:12 - visite: 31) »

:: Quando fa buio (Pubblicato il 08/04/2024 01:17:38 - visite: 31) »

:: Il pensiero malinconico (Pubblicato il 07/04/2024 01:53:05 - visite: 28) »

:: Un passaggio di consegne (Pubblicato il 05/04/2024 00:47:43 - visite: 43) »

:: La notte (Pubblicato il 05/04/2024 00:26:11 - visite: 33) »

:: Un rapporto cruento (Pubblicato il 04/04/2024 01:47:12 - visite: 38) »

:: Ore contate (Pubblicato il 25/03/2024 00:48:45 - visite: 63) »

:: Di spalle (Pubblicato il 23/03/2024 01:04:46 - visite: 46) »