Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Aforismi
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 460 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Oct 21 04:41:47 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ansante il cavallo elegante

di Mariangela Nonanta
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli aforismi dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/09/2017 07:54:10

C'era una volta uno strano quadrupede che al posto della criniera aveva una magnifica capigliatura e dato che gli zoccoli gli facevano male quando cambiava il tempo, soffriva di artosi, si era fatto comperare un paio di stivaletti rossi per le zampe anteriori e dun paio di gambali neri , di vernice per quelle posteriori.

Al posto della coda aveva un paracadute giallo ed arancio per attutire le sederate, durante le cavalcate sfrenate che il suo padrone lo obbligava a fare.

il puledro indossava due paia di pantaloni all'ultima moda e dato che era un bell'esemplare da corsa , magnifico , un vero e proprio purosangue, intendendeva mantenersi in linea e tutti quelli che lo praticavano , lo avevano soprannominato :"ANSANTE il cavallo elegante".

Sul capo era situata un'elica che ruotava velocemente quando il cavallo andava al trotto mentre nel caso fosse stato al galoppo, girava lentamente.

Il suo padrone, era un ragazzo di campagna che abitava in città, il suo nome era Gastone, di robusta costituzione.

Gastone come mestiere faceva il postino ed andava a consegnare lelettere sul suo baldo destriero ma arrivava sempre tardi, visto che era un gran chiacchierone.


# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Mariangela Nonanta, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.