:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Poco allegretto”, di Manuel de Freitas [collana Poesia]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 663 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Nov 27 23:09:37 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I piedi per terra

di Valeria Bianchi Mian
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/12/2015 15:24:50

I piedi per terra – la storia dell’eterno fanciullo

Angelo volando saliva troppo in alto

- precipitò come un masso, giù sull’asfalto.

Angelo volava, diretto oltre la terra

- ma si ferì proprio nel mezzo della guerra.

Angelo sveniva di fronte al sangue rosso

- perse una gamba e pianse: “Vedo il mio osso!”

Maledisse il cielo che era il suo padrone

- gridò al proprio Padre: “Vecchio Dio fanfarone!”

Angelo aveva timore d’ogni malattia

- la morte giunse, infine, ma non lo portò via

perché una fatina turchina o forse bianca

offrì ad Angelo e al vecchio Padre un conto in banca

d’impegni che han sede nel cuore, e alcune azioni

per far unire ai due i punti di sutura.

Punto 1. ) Angelo e il Vecchio sono carne

Punto 2.) della stessa carne che è natura;

Punto 3.) asse del mondo, se ora a vicenda

Punto 4.) si fan perno, ma decadenza

Punto 5.) se in due ignorano la faccenda.

La fata Anima cucì quel moncherino

che fa di Angelo un felice ballerino.


Coi piedi per terra e le ali nella mente

oggi in vita danza un adulto consenziente.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Valeria Bianchi Mian, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Valeria Bianchi Mian, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Residui (Pubblicato il 17/02/2021 15:32:40 - visite: 172) »

:: Aut Aut (Pubblicato il 24/05/2019 17:42:58 - visite: 363) »

:: Post-partum e Sufficientemente buona (o della Madre) (Pubblicato il 12/03/2019 17:26:04 - visite: 370) »

:: Memento #GiornoMemoria (Pubblicato il 24/01/2019 11:22:25 - visite: 583) »

:: Poesia per una prostituta (Pubblicato il 01/12/2016 13:11:40 - visite: 1331) »

:: M’imbalsamo (Pubblicato il 04/01/2016 16:03:54 - visite: 663) »