:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Risposta al critico letterario

di Massimo Castiglia
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 04/08/2010 10:48:21

"Commento" ricevuto al testo "Salvami!" :

Signor Castiglia, forse non se ne è avveduto ma siamo nel 2010. Fa ancora in tempo ad eliminare l’orrore di quei versi indefinibili dal sito ed evitare di essere preso per un fantasma di uno deceduto qualche secolo fa che in qualche modo riesce ancora a fare danni letterari. A proposito, è chiaro che Lei non si rende conto di quello che scrive e in quale stile lo scrive(le faccio un complimento a chiamare stile il suo modo di offendere la lingua, ma lo sa che "muliebre coscienza" significa "coscienza femminile"? Ha forse problemi di genere? In tal caso, faccia qualcosa e ci pensi bene prima di mandare quella sua robaccia a un sito serio come La recherche. Chi Le ha scritto è u n critico letterario.
Firma: simone de benedetti


Signor De Benedetti,
forse non se ne è avveduto, ma io non vanto alcun titolo né poetico né letterario.
Scrivo per esteriorizzare il mio profondo dolore sprigionato da un vivere molto difficile che mi attanaglia.
Non sono un critico letterario, mi proietto e mi rileggo, per diminuire la pressione interna dell'anima oppressa dalle continue angherie e soprusi a cui assisto.
Anche Lei dovrebbe rileggersi o forse cominciare a leggersi......... DENTRO.
A giudicare dal Suo proporsi o meglio Imporsi, deve averlo già fatto!
Sono orientato a pensare che lo sconvolgimento di tale lettura sia la causa prima della Sua aprioristica mancanza di SENSIBILITA' e RISPETTO!!!
Affronti per se stesso un percorso maieutico, un' analisi ontologica.....Le farà bene!
Visto il "commento" di cui sopra, frutto quasi certamente di eiaculatio precox , voglio concedermi il lusso di sprecare il mio tempo, per comunicarLe tutta la mia più profonda compassione per la Sua triste esistenza, evidentemente provata da una qualche coercizione fisica o psichica.
Altresì non s'è avveduto di aver travalicato il limite imposto dallo stesso sito, sul quale è presente un chiaro regolamento in cui, non si fa menzione o specifica, rispetto all'obbligo d'accettazione di aggressioni che Lei spaccia per critica letteraria.
Un passo del regolamento recita: " La Recherche si propone come un luogo di confronto e di evoluzione della propria scrittura, crediamo che nel confronto vi sia una potenzialità di crescita, è per questo che, chi pubblica su La Recherche, potrà ricevere, sia tra i commenti che direttamente via contatto e-mail, consigli e indicazioni, anche particolareggiate, circa un possibile lavoro di miglioramento dei propri testi e della propria scrittura
Ed ancora....... Si avvisa inoltre che i testi eccessivamente scadenti, in base all'insindacabile giudizio della redazione, saranno tolti dalla pubblicazione, naturalmente sarà motivata la decisione all'autore, il quale potrà lavorare sui testi e riproporli. Questo al fine di garantire una buona qualità degli scritti pubblicati a salvaguardia degli autori stessi e affinché La Recherche sia veramente un luogo dove si possano fare buone letture.
In base a quanto sopra, dovrei ritenere che la Redazione, incapace di agire o per non volersi esporre, abbia mandato un sedicente critico da strapazzo dalle zotiche maniere a disarcionare le mie pubblicazioni.
L'aspetto più grave è rappresentato dal fatto che il contenuto del suo irrispettoso e tracotante orgasmo, non limita la propria azione al testo, ma colpisce direttamente l'autore, ritenuto incapace ed ignorante al punto, da non conoscere un lemma appositamente usato per sottolineare il vantaggio di possedere una coscienza femminile, a mio parere, decisamente molto più sensibile e VIVA di quella maschile rispetto alla quale, Lei riesce, con abilità sopraffina a convalidare il mio pensiero.
In luogo di scrivere il Suo Vaneggiante Sproloquio, La invito a contattare immantinente la Redazione, per la compulsoria rimozione dei miei orribili versi, cancellando altresì il mio account.
Dica il Vero......... Lei, è critico letterario esperto in anime defunte e manifestazioni ectoplasmatiche.
Scriva per il CICAP: l'attendono!
Inoltre, sempre dal regolamento......... I testi gravemente offensivi alla comune decenza e convivenza, deleteri per l'immagine di questo sito potranno essere invece tolti dalla pubblicazione.
Qualora il testo in questione, rientrasse nella succitata fattispecie, avrebbe il regolamento dalla propria parte.
Fino al suo odierno comparire, La Recherche, era per me, un approdo sicuro per la pubblicazione delle mie emozioni e delle mie riflessioni e tornerà tale al Suo nebulizzarsi.
Ho cercato un confronto con la Sua cultura in un suo testo pubblicato, in una recensione, in una Sua traccia letteraria.
IL NULLA!!!
Se vuole fare un "Gioco Pulito" scopra le sue carte ed attenda critiche, quelle Vere!
Pubblichi ed io la leggerò con grande attenzione....... stia certo!
Credo fermamente, che chi non si sia reso conto che siamo nel 2010 sia Lei.
E' stato edotto circa la libertà di stampa e d'espressione?
Lei conosce il significato della parola LIBERTA'?
Quando vedrà una mia prossima pubblicazione, giri al largo e s'imbottisca di antiemetici!
Vedrà! Sarà la sua panacea........

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Massimo Castiglia, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Massimo Castiglia, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Spiegami perché (Pubblicato il 13/10/2011 11:53:58 - visite: 880) »

:: Lettera al Signor Chiunque (Pubblicato il 23/07/2010 18:38:50 - visite: 836) »