:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 538 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 18 23:41:24 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il dio sbagliato

di Abraxas
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/05/2016 11:10:45

 

L’errore di cui mi pento è l’aver sbagliato dio.

Quando mi hanno parlato del dio dei lebbrosi

O degli emarginati e di quello dei misericordiosi

Forse avrei dovuto prendere il cappello e dire addio.

 

Perché ora che mi ritrovo sul palco di questo teatro

Con una pallottola nello stomaco e l’altra nel cuore

Ho capito in un lampo che c’era un dio del rancore

Nascosto nella sala e non sprofondato in un baratro.

 

Il dio degli assassini in nero e della dura sorte

Dei kalashnikov assordanti e dei passamontagna

Delle lame affilate e delle granate di montagna

Delle preghiere recitate come litanie di morte.

 

C’era un riff di vita prima degli spari

E chitarre blues lancinanti con giochi di luce

Ora solo lamenti nel buio e odore di brace

Vite spezzate o deragliate su oscuri binari.

 

L’ultimo attimo di silenzio può servire a capire

Cosa è davvero successo e dov’è l’ultima l’uscita

Qual è il dio che mi aspetta a festa finita

E se potrà esserci ancora un altro concerto da sentire.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Abraxas, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Abraxas, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il nucleo del cuore è circolare (Pubblicato il 23/02/2021 09:36:10 - visite: 114) »

:: gocce di sublime (Pubblicato il 23/02/2021 09:33:49 - visite: 70) »

:: Il settimo sigillo (Pubblicato il 21/02/2021 09:18:55 - visite: 95) »

:: A guardia del cimitero delle parole (Pubblicato il 21/02/2021 09:06:22 - visite: 93) »

:: Senza sinossi (Pubblicato il 20/02/2021 09:15:42 - visite: 106) »

:: Shat mat (Pubblicato il 20/02/2021 09:11:53 - visite: 95) »

:: Il maestro del racconto (Pubblicato il 19/02/2021 12:15:34 - visite: 116) »

:: Il passaggio di gocce (Pubblicato il 19/02/2021 12:11:18 - visite: 96) »

:: Per scissione cellulare (Pubblicato il 30/10/2019 18:11:24 - visite: 276) »

:: Foci di voci (scritta insieme ad Antonia Vono) (Pubblicato il 06/09/2017 10:11:16 - visite: 440) »