:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 16 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Apr 12 06:33:00 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Le rime di Francesco Petrarca

di Francesco Petrarca 

Proposta di Francesco Rossi »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/04/2021 14:20:18

Sonetto

Giorno dell’innamoramento

Era il giorno ch’al sol si scoloraro
per la pietà del suo Fattore i rai,
quando i’ fui preso, e non me ne guardai,
che i be’ vostri occhi, Donna, mi legaro. 4
Tempo non mi parea da far riparo
contra colpi d’Amor: però m’andai
secur, senza sospetto: onde i miei guai
nel commune dolor s’incominciaro. 8
Trovommi Amor del tutto disarmato
ed aperta la via per gli occhi al core
che di lagrime son fatti uscio e varco. 11
Però, al mio parer, non li fu onore
ferir me di saetta in quello stato,
a voi armata non mostrar pur l’arco. 14
.......................

Il giorno: Il Venerdì Santo del 1327.
Per la pietà del suo Fattore: Per il dolore della morte di Gesù Cristo.
Fui preso: M’innamorai.
Tempo non mi parea da far riparo: Io credevo che in quel giorno doloroso Amore non avrebbe pensato a esercitar le sue arti.
Però m’andai secur: Però stavo tranquillo.
Nel commune dolor: In un giorno di dolore per tutta la cristianità.
Aperta : Trovò.
Me : Disarmato.
Pur: Nemmeno

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Francesco Rossi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesco Rossi, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Le Rime Francesco Petrarca Sonetto 7° , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 11/04/2021 20:23:43 - visite: 7) »

:: Sonetto 6° Forza del suo amore, e onestà di Laura. , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 10/04/2021 13:35:01 - visite: 10) »

:: Sonetto 5 Il nome della sua donna. , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 09/04/2021 14:44:41 - visite: 11) »

:: Le rime di Francesco Petrarca Sonetto 4° , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 08/04/2021 14:40:37 - visite: 16) »

:: Le rime di Francesco Petrarca , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 06/04/2021 16:43:57 - visite: 11) »

:: Le rime di Francesco Petrarca. , di Francesco Petrarca (Pubblicato il 05/04/2021 21:14:45 - visite: 22) »