:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 620 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu May 26 22:37:48 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

c’era un dio solitario seduto al tavolo del bar

di Filippo Di Lella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/06/2017 20:14:42

E il vento soffia e porta sabbia,
è un vento caldo e senza nome
affonda nei visceri dell'uomo.

Dio guarda con pietà senza amore.

C'è un sub-normale che abbaia ad un caffè,
è grasso da morire
dalla sua fronte colan vermi.

Dio guarda con stupida alterigia.

C'è un autitistico,
ogni tanto sfancula il sub,
ogni tanto mi deride; accarezza le gambe d'una bella donna.

Dio guarda con commiserazione.

Ho un violino in una mano,
nell'altra un ventilatore cinese
e un doccino nuovo nuovo.

Dio.

Qualcuno ha sparso dei libri su un tavolo, sono tanti libri.
Qualcuno li vorrebbe leggere tutti, qualcuno catalogarli e riordinarli,
altri cercano solo ciò che vogliono. Molti libri sono brutti.

Dio sorride degli sbronzi lasciati soli sotto al sole.

Han detto che tutto cambierà,
cercano speranza,
creano veleno.

Dio porta degli occhiali da sole, sorride un po' irritato e se ne va.

Mi toccherà pagare.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Filippo Di Lella, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Filippo Di Lella, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Errata traiettoria (Pubblicato il 04/11/2021 14:54:45 - visite: 120) »

:: Libero mercato (Pubblicato il 19/02/2021 13:25:28 - visite: 232) »

:: Con tutta la mia inutilità (Pubblicato il 21/10/2020 23:33:10 - visite: 318) »

:: Sognando gli aquiloni (Pubblicato il 13/09/2020 12:44:11 - visite: 225) »

:: Refugium Peccatorum (Pubblicato il 22/06/2020 12:20:16 - visite: 259) »

:: Bevendo sotto al temporale (Pubblicato il 16/05/2020 10:23:33 - visite: 432) »

:: Al vento (Pubblicato il 16/12/2019 16:57:00 - visite: 327) »

:: ad Anjia P. Ettorova, con tutta la mia banalità (Pubblicato il 16/07/2019 16:35:00 - visite: 388) »

:: Sulla dinastia dei lupi (lettera dal mio tempo) (Pubblicato il 09/07/2019 15:17:36 - visite: 310) »

:: Rivoli d’acqua per fiumi di sabbia (Pubblicato il 05/07/2019 16:09:16 - visite: 365) »