Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 luglio 2020: 149 anni dalla nascita di Marcel Proust
Leggi l'Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 303 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jul 6 02:56:03 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ciao Freud.

di Antonello Polisena
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 04/02/2018 17:49:14

Scrivere è diventato troppo intimo 

Ricordare certi vissuti 

Sta lacerando nel profondo la mia anima .

Sono svuotato 

Non ho stimoli 

Non ho idee 

Solo input non sfruttati .

Ho problemi con il bere 

Ho problemi con le droghe 

Il mio problema sono IO .

Ho incontrato persone che risplendono nella luce delle loro bugie 

Più si cerca di essere veri e più si viene attaccati da un sistema che non prevede teste  fuori dal sacco. 

Bisogna conformarsi 

Per non finire soli come pazzi urlanti e con l'urina gocciolare fuori dai pantaloni.

Eccomi .

Un barbone puzzolente che rifiuta la vita 

Mi chiedono perché non fai qualcosa ?

Ami davvero essere in queste condizioni? 

Distruggo il pensiero che bisogna necessariamente saper fare qualcosa nella vita 

Non riesco a lasciarmi andare 

Nella vita 

Come nella scrittura 

Ho paura 

Non ci sono regali 

Solo frammenti sparsi di felicità. 

Distruggere è la sola priorità

Come possiamo avere la forza per sopportare tutto questo ?

Bisogna imparare a lasciarsi scivolare tutto 

Ma che razza di idiota è capace di tanto ?

 Solo domande 

Troppe domande

Risposte non ne vedo 

E continuo 

Continuo 

Continuo a piangere 

 A Lamentarmi come un bebè 

Senza crescere mai 

Scrivendo in sostanza del nulla 

Grande aspirazione 

Scarsissimi risultati .

Culo aperto 

Anima dilaniata

Ho bisogno di bere 

La mia vista non arriva a domani 

Vivo secondo dopo secondo 

Aspettando 

In maniera estremamente realista .

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Antonello Polisena, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonello Polisena, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: camionisti per caso. (Pubblicato il 07/08/2019 13:48:06 - visite: 186) »

:: tirare a campare (Pubblicato il 05/07/2018 14:52:19 - visite: 199) »

:: sull’amore. (Pubblicato il 27/07/2017 01:36:34 - visite: 253) »

:: sera (Pubblicato il 23/06/2017 23:48:37 - visite: 418) »

:: All’universo, di te, non gliene frega niente. (Pubblicato il 15/05/2015 15:51:38 - visite: 623) »

:: ho bisogno di te (Pubblicato il 26/11/2014 18:44:32 - visite: 557) »

:: Alle volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane. (Pubblicato il 23/09/2014 02:06:05 - visite: 650) »

:: a un passo dal tagliarsi quel suo orecchio del cazzo (Pubblicato il 13/09/2014 22:16:18 - visite: 757) »

:: Frenetici pensieri (Pubblicato il 21/08/2014 00:21:28 - visite: 660) »

:: sangue amaro (Pubblicato il 02/07/2014 00:52:55 - visite: 602) »