Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 203 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Nov 13 11:42:59 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Una serata in spiaggia

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/11/2019 00:42:33

 

 

 

La versione stonata di una serata in spiaggia

tumefatti dall'erba messicana e annoiati con rabbia

per diversi abbandoni, si schiudeva di primo acchito

una sorta d'infinito nostalgico di galeoni in fiamme

alle prese col tramonto, che non saprei dire col senno di poi,

col senso di vuoto, col Sert alle porte.

Ma mettendo a fuoco, a ferro e fuoco il ricordo fantastico

parlerei senz'altro di una cometa fantasma 

nel cielo stellato, un desiderio di stare, di esserci.

A pochi passi dal mare.

Come inchiodate ai nostri stessi sguardi le onde incalzanti

ci sottoponevano all'istruttoria di un rodaggio.

Per quanto marziale potesse essere ogni attimo

dal silenzio in poi, sempre una malinconia sottile

ci scorreva nelle vene e parlare fu sessione postuma

di uno stato di quiete inquietante che a tutti mise freddo.

Questo mi ricordo, le cartine di polistirolo, la birra del Lidl.

E tu che sognavi ancora molto, amica mia di fuoriporta.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Terminati i termini (Pubblicato il 20/11/2020 07:24:10 - visite: 49) »

:: i personaggi principali (Pubblicato il 12/11/2020 22:34:16 - visite: 40) »

:: Ogni foglia (Pubblicato il 08/11/2020 22:13:59 - visite: 62) »

:: Capovolta (Pubblicato il 30/10/2020 01:36:49 - visite: 55) »

:: Restare umani (Pubblicato il 18/10/2020 00:26:19 - visite: 55) »

:: Naviganti (Pubblicato il 15/10/2020 01:01:04 - visite: 50) »

:: Gli occhi (Pubblicato il 14/10/2020 01:32:20 - visite: 44) »

:: Caffè (Pubblicato il 12/10/2020 00:28:57 - visite: 61) »

:: La notte (Pubblicato il 11/10/2020 02:06:08 - visite: 50) »

:: La mia padrona (Pubblicato il 08/10/2020 00:33:13 - visite: 56) »