:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 37 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jun 15 23:32:17 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Un Uomo Una Donna

di Giuseppe lonatro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/06/2024 13:11:25

      Strada bordata di alberi, un corridoio naturale. Una linea bianca centrale, forse illuminata dal tramonto o dalla notte. Lo sguardo si perde nell’indistinto orizzonte. Tutto sembra parte di una ricerca di senso.

      L’uomo camminava da ore lungo quella strada deserta, il suono dei suoi passi riecheggiava tra i tronchi degli alberi, come un’eco distante della sua solitudine. Era una notte senza luna, il cielo di velluto con stelle troppo lontane per cercare conforto.            Lei apparve all’improvviso, un viso nascosto dall’ombra dei capelli che il vento scompigliava appena. L’uomo e la donna si avvicinarono attratti da una forza invisibile, come due destini che si incrociano sulla sottile follia della vita. Si fermarono a qualche passo di distanza, guardandosi attraverso il buio. Lui vide nei suoi occhi un riflesso della propria inquietudine, una tristezza familiare che gli parlava di notti insonni, di ubriacature gratuite, di piatti sporchi e di domande senza risposta. Lei lesse nel suo sguardo la stessa malinconia, un dolore condiviso che non aveva bisogno di parole.

    In quel silenzio carico di significative affinità, la vita sembrò fermarsi. La strada, che fino a un momento prima era solo un percorso solitario, diventò un punto d’incontro, un crocevia di anime alla ricerca di se stesse. Si sorrisero appena, un gesto lieve che racchiudeva tutta la comprensione e la solidarietà di cui erano capaci. Ripresero a camminare insieme, senza bisogno di parlare, mano nella mano, senza dirsi nulla, nemmeno il loro nome, andando via così, come se si aspettassero da tempo. La presenza dell’altro bastava a rendere quel viaggio meno pesante, la strada meno infinita. E mentre le prime luci dell’alba cominciavano a disegnare i contorni del nuovo mondo, capirono che, in quella notte, avevano trovato finalmente una risposta a tutte le loro domande Non importava quale fosse la risposta e quanto lunga fosse la strada o quante ombre li avrebbero accompagnati: finché camminavano insieme, nessuno dei due sarebbe stato veramente solo.

     Mentre camminavano, il mondo attorno a loro sembrava trasformarsi. Gli alberi che fiancheggiavano la strada iniziarono a farsi più vicini, i loro rami protesi come braccia li accoglievano. Il cielo, ormai chiaro con le prime luci del giorno, sembrava avvolgerli in un abbraccio tiepido.

Sentivano i loro corpi diventare più leggeri, come se ogni passo li stesse rendendo meno corporei. Le loro mani, che fino a poco prima si tenevano strette, ora erano avvolte da un’energia quasi eterea. Le dita si intrecciavano non più come carne, ma come luce e ombra, come essenza pura.

Lui la guardò un’ultima volta, vedendo il riflesso del proprio volto nei suoi occhi, ora pieni di pace. Lei sorrise, un sorriso che sembrava racchiudere tutte le risposte che avevano cercato. Senza dire una parola, si strinsero più forte, sapendo che quel momento sarebbe durato per sempre.

Con un ultimo passo, i loro corpi iniziarono a dissolversi, diventando tutt’uno con la strada e con gli alberi che la fiancheggiavano. Le loro sagome si sfumarono lentamente, fino a diventare pura energia, una scintilla di vita che si univa al flusso eterno del mondo naturale. Diventarono parte del vento che sussurrava tra le foglie, parte della luce che filtrava tra i rami, parte della terra che sorreggeva la strada.

     L’alba  completava il suo corso, l’uomo e la donna scomparvero tra gli alberi, diventando uno con la natura, come se non fossero mai esistiti. Ma il loro incontro, quel momento di pura connessione, rimase inciso nell’essenza stessa del luogo, un ricordo eterno di due anime che si erano trovate e unite nella loro ricerca di significato.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giuseppe lonatro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giuseppe lonatro, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Anime intrappolate (Pubblicato il 13/06/2024 17:37:44 - visite: 44) »

:: I Nottambuli (Pubblicato il 15/01/2013 09:58:52 - visite: 1559) »

:: Parole e silenzi (Pubblicato il 25/10/2012 17:14:17 - visite: 1119) »

:: Impotenza (Pubblicato il 25/10/2012 17:11:12 - visite: 1133) »

:: Memorie dal Sottosuolo (Pubblicato il 06/05/2012 12:51:52 - visite: 1168) »

:: La scelta di Lara (Pubblicato il 03/03/2012 09:47:35 - visite: 1298) »

:: Cinque maledetti anni (Pubblicato il 02/03/2012 19:19:00 - visite: 1145) »

:: Un Vestito per Lara (Pubblicato il 29/02/2012 08:08:49 - visite: 1062) »

:: Gli Insetti (Pubblicato il 25/02/2012 20:32:33 - visite: 1050) »

:: Sophie (Pubblicato il 25/02/2012 20:24:23 - visite: 1188) »