Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 96 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Aug 6 11:16:59 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Cari Voi

di Ferdinando Giordano
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/07/2020 18:00:22

Voi presi nei luoghi comuni, 

immagino siate in formati per bene

su quel che accade a chi prende il mare

contro corrente.

Li hanno colpiti appena tornati

davanti alla porta della speranza 

mentre fuggivano da un lager di sabbia

con la pelle a granelli 

spaventati

non dalla morte 

ma dalla loro vita a ritroso.

Chi erano? Presi di mira, 

l’esistenza è un pugno di mosche

intorno - credo -

il rifiuto dietro una duna

per liberarsi dell’aldilà.

E l’Alto là è persino più secco 

del miraggio 

alle spalle.

Una macula che le allaga

finché il buco non separa

il battuto dalla realtà. 

Come lui, altri hanno impresso 

la convessità del viso nella sabbia.

Come lui, troppi calcano orme a naso.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ferdinando Giordano, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ferdinando Giordano, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Tra le foglie del te (Pubblicato il 04/08/2020 11:29:32 - visite: 64) »

:: In quel senso riverso (Pubblicato il 18/07/2020 19:23:36 - visite: 66) »

:: Addosso più che vicini (Pubblicato il 10/07/2020 13:10:47 - visite: 59) »

:: Quei percorsi introvabili in tempo (Pubblicato il 04/05/2020 18:14:04 - visite: 108) »

:: Resistenza al vuoto e carenza di pieni (Pubblicato il 11/04/2020 12:08:41 - visite: 122) »

:: Vi prego (Pubblicato il 03/04/2020 18:49:09 - visite: 138) »

:: Se capitasse ora in un secondo (Pubblicato il 09/03/2020 13:15:18 - visite: 212) »

:: Il racconto di Oh! (Pubblicato il 13/12/2019 13:27:11 - visite: 176) »

:: I geni sono la risacca dell’era (Pubblicato il 31/10/2019 12:10:11 - visite: 195) »

:: E state per essere (Pubblicato il 28/08/2019 09:18:58 - visite: 198) »