Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 65 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Dec 2 20:48:29 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il gioco delle mele

di Antonio Spagnuolo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/07/2020 15:50:10

 

“Il gioco delle mele”

Quello che adesso stringi fra le coltri

è soltanto il ricordo di follie

che rincorresti al tempo delle mele:

fantasmi

che ti ripetono gesti allucinanti.

Null’altro che illusioni aggrappate ad un sogno

rimasto indiscreto .

Lo spazio che le dita riuscivano a comporre

sgualciva l’orlo dei quaderni segreti.

Nel lampo che lo sguardo franava al passo

e ricamava le fantasie dell’orizzonte

tu eri la carne da mordere,

colorata per vaneggiamenti tutto svaniva inesorabilmente

tra le carte ed il video, in abbadono,

trattenendo le mani sul bordo delle vene

che scorrevano tra i minuti dell’ignoto .

Ecco i miei sogni radunati alla sera

pronti a sconvolgere il vuoto dei muscoli.

Pronti a rigare i margini del cielo

con le vocali di fuoco che disgregano il senso.

A volte torna, a volte riprende le parole

ed una luce forsennata 

come il pensiero di colpa o di fuga

rinverdisce la pelle, nel passo liquefatto.

Non ha più senso la bocca inaridita

dove parlava il petalo a confondere

lo sciogliersi dell’onda.

All’improvviso ti svegli e chiedi una carezza

crogiolo di future inesattezze

punto e daccapo nel rombo di un naufragio.

*

Antonio Spagnuolo


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Antonio Spagnuolo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonio Spagnuolo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il gioco delle mele (Pubblicato il 30/07/2020 15:44:33 - visite: 45) »

:: Misteriosa la notte (Pubblicato il 08/02/2014 17:13:29 - visite: 1028) »

:: Ade (Pubblicato il 07/01/2014 09:15:05 - visite: 940) »

:: Gemme (Pubblicato il 29/12/2013 17:25:56 - visite: 1273) »