Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 41 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Feb 25 22:20:37 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Di essere

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/02/2021 22:44:24

E' alla portata di ogni essere umano

sostantivo femminile-universale

a volerle bene non si sbaglia

evitare di farle del male.

Anche la sola contemplazione

può esserle di riguardo.

Stesi al sole in aperta campagna

coi bambini che giocano col cane a farsi prendere

e la vita davanti, non troppo distante.

Gli argini del tempo rende friabili

e l'eterno sta sulla punta della lingua

un ti amo che non viene mai al dunque

una pozione del Lidl.

Un filtro d'amore che abbia tutti i crismi

dovrebbe avere nubi nel cervello e vento.

Sangue nelle vene da ardere, da rendere e una ciocca dei tuoi capelli.

Basta un luogo sicuro cui appendere il chiodo

da dove guardare lo spettacolo fantastico della vita che scorre

per rendersi conto che comunque ne saremo una parte

affacciati alle finestre.

Ogni foglia che cade mi ricorda il nostro transito terrestre.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: All’albero maestro (Pubblicato il 25/02/2021 22:43:27 - visite: 28) »

:: Di non essere (Pubblicato il 20/02/2021 22:27:39 - visite: 30) »

:: La vita è altrove (Pubblicato il 16/02/2021 22:56:01 - visite: 45) »

:: Il sole in agguato (Pubblicato il 09/02/2021 22:36:18 - visite: 40) »

:: Atomi di cera (Pubblicato il 08/02/2021 22:26:49 - visite: 48) »

:: Specchio specchio delle mie brame (Pubblicato il 01/02/2021 00:29:50 - visite: 44) »

:: Senza far rumore (Pubblicato il 28/01/2021 23:10:09 - visite: 57) »

:: Destinati a scomparire (Pubblicato il 26/01/2021 22:38:50 - visite: 50) »

:: Lo spazio necessario (Pubblicato il 20/01/2021 23:02:07 - visite: 56) »

:: Un segreto (Pubblicato il 16/01/2021 22:50:48 - visite: 58) »