Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore č soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Recensioni
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
Pagina aperta 1224 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Sep 17 13:47:01 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’inizio e la fine

Narrativa

Irčne Némirovsky
Via del Vento Edizioni

Recensione di Giuliano Brenna
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le recensioni scritte dall'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 22/10/2013 12:00:00

 

La riscoperta della Némirovsky è iniziata qualche anno fa da Adelphi che ha incominciato sistematicamente a pubblicare i romanzi della prolifica autrice, e visto che il materiale è vasto, soprattutto per quanto riguarda i racconti brevi, molto editori si sono buttati capofitto nell’eredità letteraria della donna assassinata ad Auschwitz. Come è palese al lettore, spesso i temi trattati ritornano, l’autrice ha degli argomenti che le stanno a cuore e spesso affiorano nei suoi scritti. All’editore Via del Vento e al curatore del volumetto Antonio Castronuovo, va il merito di aver scovato questo breve racconto che si allontana un po’ dagli schemi abituali. La cornice è immancabilmente nemirovskiana (mi si conceda) un delitto nell’alta società, forse per passione, forse per danaro. Ma la lente d’ingrandimento stavolta si va a posare su chi dovrà giudicare il caso nel corso del processo. Il verdetto non è semplice, poiché attraverso l’accusa di omicidio per vili ragioni monetarie, si vuole andare a screditare il padre del presunto assassino, politico di spicco della cittadina. L’opinione pubblica è perfettamente al corrente di tutti i risvolti del caso, ma quel che la massa ignora è che il procuratore che giudicherà è minato da un oscuro quanto inesorabile male. Forse l’approssimarsi della fine indurrà il procuratore ad essere clemente, risparmiando all’accusato la sicura pena di morte, o forse il delirio d’onnipotenza di chi può disporre della sorte di un uomo avrà la meglio sul male oscuro che è già condanna per il condannante? Il destino porterà pace ai corpi e alle coscienze, anche perché non forzato da un giudizio dettato da interessi personali. La morale della Némirovsky è inflessibile e noi lettori siamo abituati alle sventure che precipitano sul capo di chi usa mezzi poco chiari o sotterfugi per i propri scopi. La singolarità di questo breve racconto, racchiuso nelle canoniche 35 pagine cui Via del Vento ci ha abituati è che sembra a tratti tingersi di fumosità pastello più tipiche di Simenon, ma è una sensazione forse dettata dalla traduzione, peraltro ottima e inedita, curata dal summenzionato ed encomiabile Castronuovo. Sempre del curatore sono la bella nota al testo e la esauriente biografia.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Leggi altre recensioni ai libri di Irčne Némirovsky:

:: Il ballo - Adelphi Edizioni
(Pubblicata il 17/09/2013 12:00:00 - visite: 1558) »


:: Il malinteso - Adelphi
(Pubblicata il 13/09/2011 12:00:00 - visite: 1436) »


:: I cani e i lupi - Adelphi Edizioni
(Pubblicata il 23/05/2008 - visite: 3694) »