:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 L'et della rovina a Lecce il 9 febbraio 2023
🖋 Rethorica novissima a Roma il 10 febbraio 2023
🖋 Le rovinose a Firenze il 10 febbraio 2023
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 262 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Feb 4 11:44:41 UTC+0100 2023
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’alfabeto dell’estasi Vita di Emily Dickinson di Barbara La

Argomento: Letteratura

di Alberto Castrini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/03/2021 22:15:39

Barbara Lanati – Vita di Emily Dickinson – L'alfabeto dell'estasi 

 

Questa biografia, di poco meno di duecento pagine, edita nel 1998, ritengo sia imperdibile per chi voglia oltrepassare le nebbie che avvolgono, con suo impegnato compiacimento, la vita della grande poetessa Emily Dickinson.

Nei cinquantasei anni della sua vita, di cui si dice, almeno una “ventina” in uno strettissimo auto isolamento.

Si spostò rarissimamente dalla sua Amhrest nel Massachusetts, dove visse e morì. Bastandole l'intima cerchia madre/padre, sorella/fratello/cognata.

Dicevamo che Emily impiegò la sua vita a celarsi al mondo; di lei esiste solo una foto sedicenne.

Basti pensare che in vita pubblicò solo alcune poesie e la sua sterminata produzione (1775 opere) venne alla luce solo dopo la sua morte.

Il grande merito della biografa Barbara Lanati non è solamente quello di accompagnarci con alcune sue poesie ma specialmente di cercare di farcela conoscere intimamente attraverso le sue 1409 lettere.

Lettere a conoscenti, parenti e amici spesso accompagnate da mazzolini di fiori e ovviamente poesie.

Anche in queste (al netto delle censure posteriori) Emily nasconde i soggetti dei suoi amori. “Potessi soltanto ormeggiare - stanotte - /In te”!

Evidentemente l'ermeticità non è solamente la trama della sua opera poetica!

Si tratta di un'enorme potenziale d'amore che lei non sa dove collocare! “Notti selvagge - Notti selvagge!/Fossi io con te/Notti selvagge sarebbero/La nostra voluttà!...”

Emerge un mente che si pone oltre le convenzioni puritane del suo tempo. Pure la sua visione religiosa è fuori sintonia: “Quelli - che morivano allora,/Sapevano dove andare/Andavano alla Destra di Dio/Quella Mano è amputata ora/E Dio non si riesce a trovare...“

In tempi precedenti per lei si sarebbe sicuramente acceso il rogo.

Fondamentale nella sua poetica, è il dialogo quotidiano con la natura che la circonda; sincero mezzo per misurarsi e dialogare incessantemente col mondo. Così il suo sguardo non ferma di certo alla siepe di casa.

Altrettanto costante è l'interfaccia con la morte.

Questa però, a mio parere, non è mai vissuta con terrore ma come flusso naturale dalla vita. Quasi una sorta di “sora morte” francescana.

Questo Mondo non è Conclusione./Un seguito sta al di là/Invisibile, come la Musica/Ma concreto, come il Suono...”

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alberto Castrini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa pu sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di pi vai alla pagina personale dell'autore »]

Alberto Castrini, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Libri ] Se questo un uomo di Primo Levi (Pubblicato il 15/11/2022 19:02:11 - visite: 55) »

:: [ Storia ] Maria Stuarda di Stefan Zweig (Pubblicato il 30/10/2022 21:20:33 - visite: 98) »

:: [ Politica ] La Russia di Putin di Anna Politkovskaja (Pubblicato il 04/08/2022 19:48:43 - visite: 170) »

:: [ Storia ] Dux di Margherita Sarfatti (Pubblicato il 22/07/2022 23:36:37 - visite: 184) »

:: [ Storia ] Mussolini e i ladri di regime (Pubblicato il 28/03/2022 21:50:59 - visite: 107) »

:: [ Letteratura ] Acqua passata (Pubblicato il 22/11/2021 22:17:41 - visite: 168) »

:: [ Religione ] Inchiesta sul cristianesimo (Pubblicato il 14/11/2021 21:47:24 - visite: 156) »

:: [ Letteratura ] Giovanna D’Arco di Franco Cardini (Pubblicato il 25/10/2021 22:08:02 - visite: 390) »

:: [ Letteratura ] La leggenda del santo bevitore di Joseph Roth (Pubblicato il 26/06/2021 23:32:15 - visite: 242) »

:: [ Letteratura ] Confesso che ho vissuto di Pablo Neruda (Pubblicato il 10/02/2021 22:39:03 - visite: 318) »