:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 111 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon May 20 17:30:52 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Fabbricante di lacrime un film di Alessandro Genovesi

Argomento: Cinema

di Giorgio Mancinelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/04/2024 16:42:31

Fabbricante di lacrime di Alessandro Genovesi è il più visto al mondo su Netflix

di Camillo De Marco
10/04/2024 - Il film indirizzato ad un pubblico di adolescenti, attesissimo in Italia dopo il successo del romanzo da cui è tratto, è al primo posto dei titoli più visti sulla piattaforma

Come riporta il sito aggregatore di dati FlixPatrol, Fabbricante di lacrime (titolo internazionale The Tearsmith), di Alessandro Genovesi, è oggi il film più visto al mondo su Netflix, primo nella top ten generale (non quella dei “film non in lingua inglese”). Prodotto da Colorado Film con un budget dichiarato di 6.575.585,00 (fonte Direzione Generale Cinema e Audiovisivo), il film era attesissimo dal pubblico appartenente alla Generazione Z, che dal giorno del suo sbarco sulla piattaforma statunitense, il 4 aprile, ne ha decretato il successo in tutto il mondo.
Un trionfo nato già sulla carta, cioè dall’enorme ed inaspettato successo editoriale del libro omonimo da cui è tratto, firmato con lo pseudonimo di Erin Doom da una giovane scrittrice italiana che nel 2020 aveva pubblicato autonomamente il romanzo, entrato immediatamente in classifica su Amazon. L’anno seguente l’editore Magazzini Salani ne ha acquisito i diritti per ripubblicarlo, e nel 2022 era tra i libri più venduti in Italia con 450mila copie. La sceneggiatura del film tratta dal romanzo adolescenziale è stata realizzata dello stesso regista con Eleonora Fiorini, autrice di una decina di titoli tra film (La fisica dell’acqua [+]) e serie tv. Alessandro Genovesi ha girato nel 2021 7 donne e un mistero [+], dal film 8 donne e un mistero [+] di François Ozon, e ha al suo attivo altre 7 commedie come regista, dopo aver firmato la sceneggiatura di Happy Family [+] di Gabriele Salvatores nel 2010. Lo affiancano Luca Esposito alla fotografia e Claudio Di Mauro, Simone Rosati e Andrea Farri al montaggio.
Gran parte del cast di Fabbricante di lacrime è composta rigorosamente da attori giovanissimi, alcuni dei quali al primo lungometraggio, affiancati da interpreti con maggiore esperienza: Caterina Ferioli, Simone Baldasseroni, Alessandro Bedetti, Nicky Passarella, Roberta Rovelli, Orlando Cinque, Sabrina Paravicini, Eco Andriolo e Sveva Romana Candelletta. Il film racconta di Nica, una diciassettenne che vive in un orfanotrofio dove si perpetua la leggenda di un misterioso artigiano, il fabbricante di lacrime del titolo, responsabile di tutte le paure e le angosce che abitano il cuore degli uomini. Nica viene adottata dalla famiglia Milligan, assieme ad un altro ospite dell’orfanotrofio, Rigel, giovane inquieto e misterioso. Insieme dovranno superare il passato di dolore e privazioni che li unisce e accogliere “quella forza disperata che li attrae uno verso l’altra che si chiama amore”.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giorgio Mancinelli, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Poesia ] Mauro Germani .. o i mille volti della memoria. Antologia (Pubblicato il 21/05/2024 15:31:41 - visite: 29) »

:: [ Società ] Bla, bla, bla … la ‘Nana’ di Picasso. (Pubblicato il 15/05/2024 11:53:31 - visite: 103) »

:: [ Libri ] La Grotta del Castillo – un libro di Dario Spampinato - R.P. (Pubblicato il 12/05/2024 08:27:18 - visite: 51) »

:: [ Poesia e scienza ] Daniele Barbieri ... e/o la metamorfosi del verso. (Pubblicato il 28/04/2024 09:29:53 - visite: 159) »

:: [ Cinema ] Cinema Industria - Mercato Europa (Pubblicato il 23/04/2024 17:23:55 - visite: 76) »

:: [ Cinema ] Lab Femmes de Cinéma - nuovo rapporto sulle donne registe (Pubblicato il 15/04/2024 10:28:03 - visite: 96) »

:: [ Cinema ] Cineuropa torna su Instagram - Tutto Cannes (Pubblicato il 07/04/2024 04:44:57 - visite: 176) »

:: [ Cinema ] Cinema - con Cineuropa News (Pubblicato il 22/03/2024 05:59:43 - visite: 140) »

:: [ Libri ] Marzia Latino – La mia vita in ’ferrari’ , RiseandPress 2024 (Pubblicato il 07/03/2024 08:50:22 - visite: 237) »

:: [ Cinema ] Cineuropa - Berlinale Festival (Pubblicato il 28/02/2024 17:33:29 - visite: 105) »