:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1453 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Sep 27 05:16:34 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il rispetto

di Roberto Maggiani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/08/2008 11:25:58

(Al modo di Sophia de Mello)

Prosegui lungo la costa, oltre Praia do Norte, sulla strada che affianca i campi di granoturco ancora verdi. In prossimità di una casetta isolata troverai una strada stretta e bianca, inoltrati nel suo silenzio fatto di cielo azzurro del mattino e di mais dalle foglie tremolanti sotto il soffio del Ponente insistente, e dalle quali rivoli di luce scendono verso la terra abbandonando le vie del cielo. Così andando cammina lentamente, avrai la gioia dell’azzurro, fino a che la stradina si allargherà. Lì troverai, a terra, ben ordinate ad essiccare, alghe dell’oceano, bada bene a non calpestarle e passa oltre, vedrai aprirsi davanti a te l’orizzonte, udrai le parole del mare giungere da oltre una vasta distesa di rocce scure, tra le quali ristagna acqua marina, popolata da alghe e piccoli pesci.

Laggiù il mare si è adagiato nella bassa marea, oltre i gabbiani che riposano sulle ultime scogliere, dove s’infrangono onde che sopraggiungono schiumando e alzando bianchi e silenziosi – perché lontani – pennacchi.

Guarda bene i colori, indaga le forme, annusa gli odori, appoggia una mano sulla roccia, provane il gusto e avanza, quasi fin dove riposano i gabbiani, inizieranno a spiccare il volo e a riadagiarsi su rocce circostanti e leali, quando li vedrai destarsi, agitàti e pronti al volo della fuga, ferma lì il tuo andare e rivolgiti al mare, quella è la distanza dalla quale esso ascolta il tuo tono sommesso, riverente e sincero. Lì, solitario, rivolgi il tuo cuore al vero, guarda il passato e inventa le tue storie future, non chiedere nulla, ti sarà dato.

Poi, quando il mare comincerà ad avvicinarsi e i gabbiani saranno volati altrove in striduli versi, quello sarà l’avviso, allontanati, il mare ti vuole, ma egli uccide chi abbraccia di passione.

Tornando indietro troverai alcuni sacchi posati a terra vicino alle alghe e un anziano signore rubicondo con un cappello parasole in testa. Sta raccogliendo con un rastrello le alghe ormai essiccate, non ti dirà il vero ma sarà cordiale e sorridente, è un amico del mare, fuggi da lui e abbi rispetto per sempre.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Roberto Maggiani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Maggiani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dovevo partire (Pubblicato il 20/11/2016 13:56:26 - visite: 1194) »

:: generazione Flakhelfer (Pubblicato il 23/09/2016 21:42:14 - visite: 748) »

:: Nonostante loro (Pubblicato il 10/01/2016 17:47:22 - visite: 1160) »

:: Un giorno arrivò alla fattoria una camionetta (Pubblicato il 18/10/2015 17:24:23 - visite: 1142) »

:: Cave canem - quasi una poesia (Pubblicato il 02/01/2012 14:11:15 - visite: 1552) »

:: Sono zio, finalmente (Pubblicato il 04/04/2011 22:25:15 - visite: 2000) »

:: L’infinito da una ferita (Pubblicato il 31/03/2011 22:13:29 - visite: 1491) »

:: Carrapateira (Pubblicato il 12/10/2008 02:27:07 - visite: 1311) »

:: Come due braghe al mercato (Pubblicato il 07/09/2008 21:34:55 - visite: 1388) »

:: Diario di navigazione (estate 1988) (Pubblicato il 09/05/2008 - visite: 1452) »