:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Carrapateira

di Roberto Maggiani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/10/2008 02:27:07

Il vento di ponente batte la costa gridando il suo delirio di acqua e sale alla sabbia fuggiasca dietro le dune: l’oceano indifferente e potente contro la scogliera innalzando al cielo le sue mani bianche, subito ritirate; le onde allungandosi il più possibile verso la terra, spumeggianti e informi di forme impreviste lasciando lucida sabbia a specchio del cielo. Una vaporosa nube di salsedine permea l’intera spiaggia biancheggiando l’etere sospeso di tenue luce diffusa.
Il sole dà il senso dell’ardore alle cose esistenti, il verso del giorno, dell’est e dell’ovest, della notte che arriverà con le stelle guardiane dei segreti delle cose che scompaiono nel buio e che già ora camuffano l’eterno di luce e colore.

In tutto questo, cammino, cercando di vedere il mistero sublime, il legame misterioso che affiora dalle cose, dai loro movimenti e dalle parole che vibrano in esse. Mi allontano dal mare verso le dune dove è immediato il volo del silenzio nelle orecchie, dove la sabbia soffice e calorosa ha i disegni del vento, non v’è ’impronta, ed è accolto, il piede, dalle molteplici parole degli innumerabili granelli. Piante e sassi sono come sospesi nel bianco e onde di sabbia nel gesto dello spumeggiare prima dello schianto, immobilizzate come in un ripensamento ché si sa le cose ruoli non scambiano non essendo acqua ma roccia triturata. Tra quelle immobili onde una colonia di gabbiani in riposo e attesa, non troppo disturbati dalla mia inattesa presenza – lanciando striduli versi in difesa – qualcuno accenna un breve volo.

Il letto di un corso d’acqua esce tortuoso dal bosco e s’espande essiccato tra le dune dove ristagna tiepido: a ben guardare creature inconsistenti vi si muovono adagio. Un morbido tappeto di erba su un lato del fiume rende piacevole il piccolo guado; l’acqua sale fino all’inguine per poi ridiscendere fino all’appoggio del piede sull’erba fresca come in una carezza d’oasi.

Voltandomi vedo un mondo d’azzurro e bianco, sento il suono dell’oceano e parole che fuggono via, anche quest’oggi, solitarie nella loro bellezza.


(tratta da "Cielo indiviso", Manni Editori, 2008 :: http://www.cieloindiviso.it)

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Roberto Maggiani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Maggiani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dovevo partire (Pubblicato il 20/11/2016 13:56:26 - visite: 1190) »

:: generazione Flakhelfer (Pubblicato il 23/09/2016 21:42:14 - visite: 746) »

:: Nonostante loro (Pubblicato il 10/01/2016 17:47:22 - visite: 1154) »

:: Un giorno arrivò alla fattoria una camionetta (Pubblicato il 18/10/2015 17:24:23 - visite: 1141) »

:: Cave canem - quasi una poesia (Pubblicato il 02/01/2012 14:11:15 - visite: 1548) »

:: Sono zio, finalmente (Pubblicato il 04/04/2011 22:25:15 - visite: 1999) »

:: L’infinito da una ferita (Pubblicato il 31/03/2011 22:13:29 - visite: 1486) »

:: Come due braghe al mercato (Pubblicato il 07/09/2008 21:34:55 - visite: 1378) »

:: Il rispetto (Pubblicato il 16/08/2008 11:25:58 - visite: 1449) »

:: Diario di navigazione (estate 1988) (Pubblicato il 09/05/2008 - visite: 1449) »