Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 112 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Oct 25 00:13:59 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La normalità della lontananza

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 24/05/2020 14:08:04

LA NORMALITÀ DELLA LONTANANZA

Le persone in genere, per quel che ne so io, non dimostrano particolare propensione a contattare i cosiddetti amici. Rapporti che sembrano consolidati non ricevono conferme da improvvise scampanellate. La maggioranza si rintana nel proprio habitat naturale e dà l’impressione di non sentire il desiderio di cercare l’altro, oppure aspetta che sia l’altro a muovere i passi. Così, salvo eccezioni che ci sono sempre, non ci si cerca.
In generale, se uno si fa sentire presso quelli che considera amici, ne riceve anche reazioni soddisfacenti, ma poi tutto finisce in due rimbalzi di palla e si ferma se non è ancora lo stesso a riattivare gli scambi.
Certo, perché dovrebbe essere frequente chiedere un parere a qualcuno o farlo oggetto di alcune personali considerazioni? Tutti siamo immersi in una realtà frenetica, informe e magmatica che non aiuta a coltivare sentimenti, a stringere i rapporti. Si è presi da una sorta di orgogliosa indifferenza e si viene subito turbati da attese deluse oppure si formulano giudizi ingenerosi, basati su scetticismo, diffidenza o anche insofferenza. In definitiva, si è talmente abituati alla normalità della lontananza che ci si meraviglia se qualcuno sembra animare più attenzione e avvicinamento.
È un mondo insidioso quello in cui ci troviamo a vivere che fa paura e crea disagio. E se uno, molto ingenuamente, notifica tutto ciò, pensa che si leveranno voci interiori del tipo: “E cosa ti aspetti? Non puoi pretendere che la gente sia a tua disposizione. Tutti hanno i loro impegni e problemi, nonché bisogno dei margini di libertà, oppure non provano particolare coinvolgimento nell’interpellare te che magari hai una visione non condivisibile delle cose e non sai andare oltre”.
Domande e risposte si levano dal proprio deserto, sempre seguitando lungo un invalicabile muro.



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: A ritroso (Pubblicato il 12/10/2020 11:39:40 - visite: 48) »

:: Attesa prima di... (Pubblicato il 20/09/2020 12:13:36 - visite: 56) »

:: Odio (Pubblicato il 24/07/2020 14:06:23 - visite: 124) »

:: Animata (Pubblicato il 03/06/2020 10:07:32 - visite: 108) »

:: Spettro (Pubblicato il 15/05/2020 17:24:43 - visite: 128) »

:: Ineluttabile (Pubblicato il 12/05/2020 21:18:20 - visite: 132) »

:: Limiti (Pubblicato il 24/04/2020 15:10:52 - visite: 172) »

:: L’assenza (Pubblicato il 12/04/2020 20:03:07 - visite: 136) »

:: La scelta (Pubblicato il 08/04/2020 15:05:56 - visite: 137) »

:: Ascesa (Pubblicato il 05/04/2020 18:13:50 - visite: 133) »