Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 47 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Mar 2 22:47:36 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Stralcio dal romanzo Diari sospesi

di paolo massimo rossi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/01/2021 12:56:26

(Dal mio romanzo Diari sospesi. Antipodes Editore)

A pranzo incontravo spesso Giammaria che, quasi sempre, mangiava in compagnia di qualche bella ragazza.
Mi chiedeva: “La solita gramigna?”
In una di quelle occasioni, andammo a trovare un vecchio e comune amico, Eddy, argentino di origine. Lo trovammo che assisteva a una partita di calcio in TV.
Complice la seduzione esercitata da una bottiglia di Armagnac agé, mi accomodai a un tavolo di cucina, avendo alle spalle lo schermo e di fronte Giammaria ed Eddy il quale, seguendo senza continuità l’incontro, e come d’abitudine, mi raccontava del Mar del Plata della sua infanzia. Al che rispondevo parlando con dovuta modestia di me. Nell’intervallo chiesi a Eddy che mi facesse riascoltare, accompagnandosi con la chitarra, “Rio abajo voy llerando la jancada”, la mia preferita tra le sue canzoni di struggente argentinità. Chiedevo a tratti chi stesse vincendo, e lui rispondeva: “Quegli altri”, aggiungendo: “Non c’è partita”. La sera continuò così, mentre l’Armagnac profumava una notte in arrivo che non riusciva a decollare in senso sportivo, tranne per il borbotto di Eddy che, tra una strofa e l’altra dei versi di Eduardo Falù, confermava come non ci fosse partita. Giungemmo alla fine del lungo poema che chiosava con “El alto Paranà”. A quel punto chiesi chi avesse vinto, mi risposero: “Quegli altri, non c’è stata partita”.
La sera terminò così e io mi avviai da solo verso Fonte di marzo senza alcuna nostalgia del circolo. Anzi, pensavo che le cose inattuate da perseguire e in attesa di me, mi attraevano più di quelle concluse. Era come la ripetizione di una mia storia antica: nel piacere che si stesse avverando la parte di un’idea, sembrava inevitabile che ne restasse incompiuta la restante. Ero solo in questa visione del mondo? Oppure essa era comune a tanta gente che, in cerca di salvezza, la riversava in una sorta di oblio rassicurante?

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore paolo massimo rossi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

paolo massimo rossi, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: casa d’appuntamenti (Pubblicato il 19/02/2021 18:01:34 - visite: 28) »

:: L’intruso nelle vecchie stanze. Romanzo (Pubblicato il 27/01/2021 09:41:28 - visite: 58) »

:: racconto minimalistico (Pubblicato il 23/01/2021 15:42:23 - visite: 37) »

:: Stralcio dal romanzo Diari sospesi (Pubblicato il 20/01/2021 11:46:04 - visite: 45) »

:: Brevissimo racconto (Pubblicato il 15/01/2021 11:23:07 - visite: 35) »

:: A casa di Fanette e dintorni (Pubblicato il 07/01/2021 16:28:43 - visite: 57) »

:: percorrendo Parigi (Pubblicato il 04/01/2021 14:31:16 - visite: 37) »

:: Stralcio dal romanzo Jacob Rohault I giorni di Venezia (Pubblicato il 04/01/2021 13:45:38 - visite: 53) »

:: Dal romanzo Con gli occhi di Arianna (Pubblicato il 03/01/2021 17:32:56 - visite: 54) »

:: Tabriz (Pubblicato il 02/01/2021 08:56:01 - visite: 52) »