:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Campi assolati

di Antonio Zifaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/06/2021 18:00:44

Appena finita la scuola, nelle lunghe e assolate giornate di giugno, inforcavo la mia bicicletta e mi lanciavo all’avventura per i campi di grano e di girasoli che si stendevano appena fuori città, oltre i viali e i palazzoni di periferia che con la loro aria underground avevano già il sapore aspro della libertà. Negli anni successivi la città è cresciuta, sono sorte nuove piazze di asfalto, ho cominciato a lavorare e a trascorrere i pomeriggi nelle correnti d’aria condizionata degli uffici e così di quei campi assolati ho perso memoria. Finché all’improvviso le macchine si sono fermate e alla tv hanno detto che bisognava restare a casa per una pandemia. Sono trascorsi giorni e poi settimane e nel dilatarsi del tempo ho riscoperto la luce limpida del mattino che sale per tutta la casa portando la sua freschezza. Mi sono poi divertito ad aspettare l’abbraccio di miele del pomeriggio fino al cadere della sera. Adesso che possiamo finalmente uscire, inforcherò di nuovo la mia bici e andrò a cercare quei campi assolati di grano e di girasoli e con il vento negli occhi riscoprirò il sapore della libertà e dell’estate.  

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Antonio Zifaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonio Zifaro, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: La ragazza e lo specchio (Pubblicato il 20/06/2021 18:05:32 - visite: 50) »

:: Frammenti di luce (Pubblicato il 20/06/2021 18:03:23 - visite: 47) »

:: La luce e la nebbia (Pubblicato il 04/10/2020 18:22:38 - visite: 121) »