:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 196 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Aug 12 00:49:14 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Cesare e Italo

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/11/2021 17:58:49

CESARE E ITALO

Collaborare con il gruppo di Roma mi intriga e del parere di Italo mi fido. Lui è entusiasta e credo che abbia proprio ragione quando dice che la rivista sarà “una cosa grossa”. Del resto, se non ci credessi, mi guarderei bene dal dedicarmi a pubblicazioni che non siano quelle per l’ Einaudi. Ogni piccolo problema organizzativo diventa sempre una montagna da scalare e ciò mi deprime. Ma in questo caso ho intenzione di investire le mie energie, spronato dalla netta sensazione che i segni della nuova sensibilità si coagulino intorno al nuovo periodico: il titolo “Cultura e realtà” rispecchia bene i motivi ispiratori che accomunano i cattolici ai comunisti intelligenti. La crisi si risolve solo con la cultura, con la conoscenza e con il dialogo tra le diverse parti. Anche Vittorini ci guarda con simpatia e plaude allo strenuo tentativo di favorire il progresso culturale, continuando ad affrontare i problemi per cercarne le soluzioni senza sottostare a dogmatismi di sorta.
Sono stato incaricato di redigere il primo articolo della rivista. Lo dedicherò al Mito, naturalmente declinando i temi del sacro e del metafisico in una prospettiva diversa da quella degli interlocutori cattolici e secondo la visione vichiana. So che polemizzeranno e rileveranno dei fraintendimenti quando parlerò del divino nella civiltà contadina, attribuendo il tutto a una mia presunta formazione estetizzante di impronta dannunziana. Forse non hanno capito che per me la religione, a differenza che per D’Annunzio, è un elemento importante, ed è vitale conciliare il mito, che abita nel profondo di ciascuno, con la nostra presenza intellettuale nella storia, nella società, nella cultura. Il mito non è qualcosa di irrazionale e inspiegabile ma è un germe che genera frutto. Se si riduce il mito a chiarezza, esso porta alla conoscenza. Il mito è la massima universalizzazione del fatto storico.
Italo mi stima anche se ha idee diverse dalle mie. Questione di formazione, provenienza, indole. Come me, però, sostiene che nulla vale se non fa “attrito” con la realtà intorno. Mi piace quando parla di un mondo fatto a pezzi in cui tutto è staccato e insieme confuso a tutto, dove ognuno vive per conto suo con ostentazione o dolore la propria solitudine e unicità.
Io un po’ lo invidio, soprattutto per la sua capacità di relazionarsi con gli altri, in particolare con le donne. Forse perché proviene d’oltremare, è più disinvolto, simpatico, leggero. Io risulto opprimente. Mi piacciono le donne dalla personalità forte, ma da queste continuo a ricevere rifiuti. Italo sicuramente si sposerà con una da cui si sentirà stregato, ammaliato e ne ricaverà sempre un' irrinunciabile ispirazione per le sue opere e per la sua vita.




« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Illusioni (Pubblicato il 17/06/2022 20:43:00 - visite: 83) »

:: Ideali (Pubblicato il 12/03/2022 20:52:05 - visite: 152) »

:: Accomunati (Pubblicato il 27/02/2022 13:33:33 - visite: 192) »

:: Ne basta uno (Pubblicato il 15/02/2022 15:42:47 - visite: 115) »

:: «C’è in te più di quanto tu stesso non sappia» (Pubblicato il 06/02/2022 16:42:06 - visite: 177) »

:: Dono (Pubblicato il 08/01/2022 10:44:32 - visite: 397) »

:: Baba (Pubblicato il 03/01/2022 20:19:24 - visite: 131) »

:: Breccia (Pubblicato il 28/12/2021 15:29:28 - visite: 162) »

:: Oscurità (Pubblicato il 24/12/2021 18:40:57 - visite: 197) »

:: Il passaggio (Pubblicato il 21/11/2021 09:52:45 - visite: 208) »