:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 93 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Oct 1 23:08:22 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Barbie (Notte prima degli esami)

di Vincent Darlovsky
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/08/2022 17:20:42

Durante la settimana viveva nel paese che era sede del liceo e che distava quaranta km dal suo.

Abitava in un appartamento-mansarda a casa della zia. In questo modo evitava di viaggiare e al mattino poteva dormire di più.

Era l’inizio dell'estate del 1994 e, da un mese, studiava tutto il giorno in vista dell’esame di Maturità. Poi, quando terminava, cercava rilassarsi il cervello. Ma non ci riusciva.

Gli amici e compagni di scuola avevano la ragazza e, dopo lo studio, egli li vedeva fuori sul muretto della villetta al lato della piazza a baciucchiarsi, abbracciarsi e toccarsi.

Anche lui avrebbe voluto avere una fidanzata a disposizione per farsi passare l’inquietudine. Si era fracassato i maroni di masturbarsi guardando il water e avrebbe voluto fare qualcosa di diverso.

Adesso, però, corteggiare una ragazza in carne e ossa sarebbe stato complicato perché richiedeva del tempo e poi avrebbe dovuto far finta di essere innamorato. A quell’età, inoltre, non lavorava e il padre gli dava solo 10.000 lire a settimana per cui le prostitute se le poteva giusto scopare con l’immaginazione quando si faceva le seghe.

La mansarda dove abitava era composta da una cameretta da letto, da un gabinetto pensile, da una stanza che fungeva da ingresso, soggiorno e disimpegno e, infine, da una terza stanza che era adibita a magazzino. Ci entrava quando ripeteva camminando e aveva notato che c’erano delle buste da spesa che contenevano giocattoli pieni di polvere e che, probabilmente, erano stati di sua cugina, che era più piccola di due anni.

Una sera era più inquieto del solito. L'indomani sarebbero iniziati gli esami ed egli aveva la sensazione di aver dimenticato tutto. Si mise a rovistare nelle buste e trovò una Barbie che era nuda e staccata in tre pezzi. La prese, ne riattaccò le gambe al tronco. Andò in bagno e chiuse la porta con una mandata di chiave. Dopo un quarto d’ora si sentì lo sciacquone e la chiave rigirare nella serratura. La porta si aprì e lui uscì con la Barbie in mano. Entrò nella stanza-ripostiglio, si avvicinò al sacchetto di plastica, ristaccò le gambe dal resto del corpo della bambola e ne infilò i pezzi dentro. Poi andò a sdraiarsi sul letto e attese che la zia lo chiamasse per la cena. Nella busta, in mezzo ai giocattoli, Barbie giaceva a pezzi lucida e pulita. Senza polvere.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Vincent Darlovsky, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Vincent Darlovsky, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Sintomi preoccupanti (Pubblicato il 13/07/2022 12:46:21 - visite: 102) »

:: Visodangelo (Pubblicato il 09/07/2022 15:49:13 - visite: 146) »

:: Il bimbo, il nonno e l’uccello morto. (Pubblicato il 27/05/2022 21:53:27 - visite: 100) »

:: Vigile (Pubblicato il 11/09/2021 18:42:18 - visite: 425) »

:: L’AstraSeneca e l’ex-moglie (Pubblicato il 12/06/2021 19:28:55 - visite: 471) »

:: La (Manu)Ela II (Pubblicato il 03/06/2021 23:34:02 - visite: 231) »

:: La (Manu)Ela I (Pubblicato il 17/05/2021 14:37:24 - visite: 254) »

:: Chiesa Gotica (Pubblicato il 29/03/2021 07:30:18 - visite: 301) »

:: Vino in brick (Pubblicato il 28/02/2021 23:29:40 - visite: 250) »

:: Dora (Pubblicato il 11/02/2021 17:29:37 - visite: 313) »