Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 734 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Nov 30 00:48:43 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

7 verticale: compagnia aerea

di Dario Caldarella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 15/05/2014 18:56:20

 

Due sono le folgorazioni che mi hanno raggiunto in questi ultimi giorni.

La prima è che i libri di inglese per le scuole sono finanziati – ne ho la quasi certezza – da quei massoni de La settimana enigmistica (difatti nessuno ha mai imparato una lingua con cruciverba, anagrammi e quant'altro).

Sarà stato il mio recente viaggio nella patria della regina a darmi tutti questi input, altrimenti avrei davvero dovuto ascoltare il mio simpaticissimo – e per nulla rispettoso degli spazi – vicino di sedile. Seppure le teorie sulle scie chimiche rincoglionenti trovino seguaci in ogni angolo del globo, non credo siano ottimi argomenti per evitare di essere considerato pazzo, e normalmente spetta a me la figura del pazzo, forse è per questo che lo odio.

Geheime* sogghigna, adora gli aerei e la possibilità di farmi ricostruire la trama di Donnie Darko.

Credo di possedere una faccia che invita al dialogo, sarà per questo che il nostro ayurvedico amico parla a ruota libera.

Siamo fatti di energia, tutti collegati!”. Eccallà, un altro richiamo a Donnie Darko, complimenti Geheime.

Sdenta.

Seppur sia insistente e del tutto privo di fondamento scientifico, non è il mio compagno d'aereo a mandarmi in bestia – anzi riesce persino ad addormentarsi a metà discorso – ma i due portatori sani di stupidità alle mie spalle.

Completamente inebetiti dal consumo continuo e compulsivo di Jack Daniel's, hanno deciso di affrontare una terribile questione sociale con un povero steward: la fame nel mondo, la loro.

Credo di non aver mai visto tanta noncuranza nello spendere metà dei soldi di una vacanza in cibo comprato sull'aereo, forse viaggio poco.

Forse dovrei viaggiare meno.

All'ennesima pietanza di cui l'aereo era sprovvisto, è scattata pure la battuta: “Ma almeno la banana ce l'avete?”. Grasse risate d'insieme, le loro.

Ok, sono entrato in un film dei Vanzina e nessuno mi avvertito.

Geheime non riesce a trattenersi, io nemmeno. Per la rabbia pizzico il braccio del dormiente cacciatore di complotti che, ridestatosi, riprende il discorso dal punto in cui si era interrotto, senza fare una grinza.

La mia testa, completamente ripiena di aria fritta, può essere salvata solo da un miracolo, o dalla infinita uggiosità di un cielo inglese pieno di turbolenze.

God save the queen.

 

Appunti personali: ricorda di fare l'imbarco prioritario con Ryanair la prossima volta.

 

Quasi dimenticavo, la seconda folgorazione è che esiste gente che usa il woofer dell'auto per ascoltare – e far ascoltare – Gelato al cioccolato di Pupo (ma questa è un'altra storia).

 

*inquilino che vive in un interstizio del mio cervello.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Dario Caldarella, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Dario Caldarella, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Un applauso di silenzi (Pubblicato il 30/04/2014 12:21:03 - visite: 553) »