:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: le interviste agli autori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 446 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jun 5 16:15:48 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Maledizione! - Pensai

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/03/2015 18:20:32

Da anni si era amici, conoscenti, relazionanti. Ho sempre mantenuto un rapporto più decente possibile ma diamine, non c'è stato verso di mantenerlo poi in effetti. E' così dissacrante vedere sbriciolato un rapporto con altre persone che reputi importanti e di cui il giudizio è fondamentale per te. A volte, nonostante tutti gli sforzi, si perde ogni contatto, ogni visione, ogni conoscenza. Si diventa completamente sconosciuti e impassibili l'uno per l'altro. Si può finire in una stessa locanda e non salutarsi, non vedersi neanche. Com'è possibile? Si prende ciò che si vuole da tale persona e poi più nulla. E' così straziante : la fine di tutte le relazioni, dei legami che ti univano a tale persona! Cadere nell'infinito mare di indifferenza e quasi incoscienza. Perdere per quel mare di persone che mi piacciono e che mi interessano! Forse proprio perchè lontane diventano interessanti, forse il pensare di loro e il ricordarli in quel determinato momento in cui c'era un "noi" o un'amicizia  o una relazione sociale può bastare! Solo il ricordo dolce e il vedere che ora navighiamo mari comuni su vascelli diversi diviene una vera e propria forma di convinzione. Convinzione che quella persona piace. Mi scopro amante quindi di personalità, più che di persone. Il non far-parte di quei vascelli talvolta è frustrante , calcolando che in un momento precedente ero parte di quella ciurma. "Maledizione!" - penso. 

Per un secondo abbraccio l'idea  di quelle persone ora lontane,forse a mille leghe da me, del ricordo distante e quello solo. Quindi non si vive per una meta dopo aver solcato il lungo mare, ma per solcarlo continuamente.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Il prodotto audiovisivo seriale: parere non chiesto. (Pubblicato il 19/01/2018 20:54:32 - visite: 355) »

:: Questo non hai mai letto niente di Marx, Kant, Hegel e altri (Pubblicato il 07/01/2018 12:12:57 - visite: 448) »

:: Stai parlando a te stesso (parte3) (Pubblicato il 06/11/2017 23:26:20 - visite: 499) »

:: Stai parlando a te stesso (parte2) (Pubblicato il 04/11/2017 01:31:03 - visite: 370) »

:: Stai parlando a te stesso (parte1) (Pubblicato il 29/10/2017 15:31:41 - visite: 395) »

:: Questo scritto è stato acconsentito ’dall’altro’ (Pubblicato il 15/05/2016 20:59:19 - visite: 632) »

:: Qual è il modo giusto di vivere? (Pubblicato il 07/04/2015 14:54:31 - visite: 1804) »

:: Considerazioni romantiche sulla musica di Beethoven (Pubblicato il 26/03/2015 15:50:55 - visite: 679) »

:: Onsoul (Pubblicato il 08/03/2015 19:11:47 - visite: 572) »

:: Non voglio imitarti ma apprezzarti ! (Pubblicato il 08/03/2015 18:52:23 - visite: 577) »