:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 67 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jan 16 23:12:57 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Gli agenti del ricordo

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/11/2021 12:34:20

Alcune frasi o insiemi di parole hanno una destabilizzante unicità. Il maestro Cesare Pavese parlò degli attimi che si rimebrano e non dei giorni. Io invece sostengo anche l'unicità delle parole negli attimi.

Il creare una consecutio narrativa in ogni attimo, forse, è il motivo per cui la frase e o le parole sono così importanti. Alle fine si tratta di scrivere ciò che vorrei o che non vorrei, ciò che è successo e ciò che potrebbe non succedere.

E vogliamo parlare degli odori? Odori che in accezione positiva diventano profumi e in accezione industriale diventano fragranze. Oh si, in ogni attimo della vita che ci passa io associo l'odore del momento. L'odore della morte, l'odore dell'adrenalina, l'odore delle persone e l'odore dei luoghi. E' come attivare una cellula silenziosa nell'esercito fittizio dei ricordi: quando si ripassa da quegli odori ci si ricorda di tutto.

Il terzo elemento, il terzo aiutante, il terzo agente del ricordo è il luogo. Forse il più prevedibile e il più funzionale. Il luogo della frase e dell'odore; quando per la prima volta, un forte ricordo di snodi narrativi delle nostre esistenze ci ritorna alla mente, il luogo di quel ricordo diventa un santuario. Tornare al santuario  crea l'epifania di quel ricordo. Se il luogo è il mare spesso io vi associo anche l'incipit di un'antica preghiera bretone ad opera dell'ammiraglio Admiral Hyman Rickover: "Oh God, thy sea is so great and my boat is so small."

L'agente più soggettivo e più squilibrato è invece l'atmosphaerica. Squilibrato e soggettivo poichè regola anche l'umore con cui si rimembra tale ricordo. Pioggia e nuvole, sole e vento, foschia e neve: sono acquarellli di cui la tecnica alcuni a volte usufruiscono.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Manuale della cattiveria VOL. 2 (Pubblicato il 10/12/2021 08:27:00 - visite: 59) »

:: Manuale della cattiveria VOL. I (Pubblicato il 13/10/2021 13:49:15 - visite: 75) »

:: Il prodotto audiovisivo seriale: parere non chiesto. (Pubblicato il 19/01/2018 20:54:32 - visite: 433) »

:: Questo non hai mai letto niente di Marx, Kant, Hegel e altri (Pubblicato il 07/01/2018 12:12:57 - visite: 503) »

:: Stai parlando a te stesso (parte3) (Pubblicato il 06/11/2017 23:26:20 - visite: 549) »

:: Stai parlando a te stesso (parte2) (Pubblicato il 04/11/2017 01:31:03 - visite: 443) »

:: Stai parlando a te stesso (parte1) (Pubblicato il 29/10/2017 15:31:41 - visite: 439) »

:: Questo scritto è stato acconsentito ’dall’altro’ (Pubblicato il 15/05/2016 20:59:19 - visite: 688) »

:: Qual è il modo giusto di vivere? (Pubblicato il 07/04/2015 14:54:31 - visite: 1876) »

:: Considerazioni romantiche sulla musica di Beethoven (Pubblicato il 26/03/2015 15:50:55 - visite: 722) »