:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Intervista a Pedro Eiras
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 883 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Nov 24 21:45:44 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Volo, mio malgrado

di Luc Laudja
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/11/2012 10:48:00

Mai ti è dato un desiderio
senza che ti sia dato
anche il potere di realizzarlo.
(Richard Bach)

 

 

Se potessi volare …

 

 

I viaggi della mente alla ricerca
di chimerici mondi perfetti
non hanno dato i loro frutti,
se non l'aver smagnetizzato la bussola
ed  esaurito le stive, minando finanche
un quieto e dignitoso ritorno.


Dovrei ora ripercorrere le strade
melmose di città anonime e grigie,
confondendomi tra idiomi a me sconosciuti
e gravi all'udito,
ma tra la folla ormai indigesta,
rischio di perdermi nella più breve via.

 

Eppur son certo!!!
Lì, proprio lì, sotto quella poltiglia,
si deve tuttavia nascondere
la irriverente straordinarietà
di tale folle avventura.
Non nei cieli non negli abissi,
ma nel fango più denso.
Tant'è che è nella natura degli uomini
vivere sulla cruda terra e con essa,
a compimento, fondersi.

 

Ma i canapi che governano lo spirito
sono ormai troppo estesi, e deboli,
e memori di splendide e seducenti arie,
perchè li possa riavvolgere senza spezzarli.
E allora, avventato, vago senza meta,
in direzione destino.

 

... atterrerei più spesso.

 

 

 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Luc Laudja, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Luc Laudja, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Tesa attesa ... ... e intanto peRso a Te (Pubblicato il 13/12/2012 16:41:13 - visite: 1195) »

:: Ruah (Pubblicato il 17/11/2012 23:55:06 - visite: 1080) »

:: Nonostante l’amore (Pubblicato il 14/11/2012 22:25:11 - visite: 902) »

:: Poi è sempre tardi (Pubblicato il 14/11/2012 00:32:46 - visite: 1032) »

:: A vento (Pubblicato il 13/11/2012 19:27:29 - visite: 961) »

:: Sensations (Pubblicato il 09/11/2012 14:38:57 - visite: 784) »

:: Hai voglia ... (Pubblicato il 06/11/2012 13:30:41 - visite: 1009) »

:: CircoStanze (Pubblicato il 01/11/2012 20:03:24 - visite: 1000) »

:: Stratigrafia dell’amore (Pubblicato il 30/10/2012 16:21:02 - visite: 837) »

:: Come il pane (Pubblicato il 29/10/2012 13:14:12 - visite: 998) »