:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 936 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Jun 12 05:46:14 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Conto - Addiction

di Elisa Mazzieri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/12/2014 23:21:02

Chi sei – niente fretta

non sfilo la ruota

distratta per me al riprogramma

 

Chi sei – ora aspetto

non sfido mi affido

speranza o padella è rimasta nel sacco

 

Non spezzo il traguardo

rinnovo del taglio – paura divisa

Mercurio di orecchio − cancrena dell’occhio

o inverso nascosto lo stesso ululato?

 

Cadute abissali ogni volta più dense

ti chiedo perdono o regalo per dare

la torre o la trave o il martirio riposto nell’antro distorto?

Segnale da faro

sirena impigliata alle corde fricate

bloccate attutite in cerniere di denti

orecchie voltate e mani a ogni passo più ruvide e dentro

eppure mai freddo davvero

 

Chi eri e chi vuoi?

Arrocco di stelle-mucose

malate di notti schiarite per forza

rapprese in coaguli eterni di veli e ora ferme

suffissi ammuffiti in soffitte inchiodate alla stessa matassa

obliqua di fili e di ragni

Matrice che morde

matrice che nutre

Veleno e Torpore

stupita o stuprata − lo stesso prefisso

diverso ogni volta il tuo numero primo

ogni volta infinito stringato in giacigli spirali di blu sangue-morto

 

Dolore il tuo bacio

e più del tuo bacio

Dolore svelarlo

 

Alla gola asfissiata − mascella indurita

al cavallo del giogo e la giostra nebbiosa

ora scelgo – ora scendo

un giro un ritorno un tranello

e non basta e ora basta

e ora ferma ora afferro

quell’ultimo salto nel giro del mio pugno aperto

e la mano schiacciata

e la penna trafitta o il colore azzittito

il martello nel lago il coltello nel tempio − ora scendo

 

Ora tolgo − ora afferro

quel giro di ulivo e la quiete e la siepe

e il sepolcro al coperto

 

Nel fondo del pozzo

c’è il pozzo e ora io

nel fondo del pozzo c’è l’olio

e la lampada è qui

 

E ora scendo − chi c’è?

Per ogni suffisso un prefisso

e un numero nuovo per due case vecchie e nessuno di là

il filo interrotto nell’ago − ora scendo

 

Nel fondo del pozzo

c’è l’olio l’allume e il metallo

nel lago il martello − lo porto con me

che sia per il chiodo o la testa

un colpo alla cruna − uno squarcio alla panca

la melma del pozzo fu culla e la foglia del pollice avrà

ancora salti e sorrisi e gorgheggi di loto

 

Nel fondo del pozzo

c’è posto soltanto per me

Tutta Intera: altezza menzogna e barlume

che cada anche l’olio e s’interri il coltello

la lampada incendia e trafigge − ora scendo

Mi basta, Ora: il conto!


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Elisa Mazzieri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Elisa Mazzieri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Due parole (Pubblicato il 11/04/2024 00:37:21 - visite: 97) »

:: Fra i giornali di ieri (Pubblicato il 01/04/2024 20:02:20 - visite: 102) »

:: Pensieri senza oggetto (Pubblicato il 30/03/2024 08:59:08 - visite: 106) »

:: L’alba dalle parti mie - italiano e romanesco (Pubblicato il 21/03/2024 04:20:37 - visite: 126) »

:: Don’t cry (inglese) (Pubblicato il 28/01/2024 18:31:18 - visite: 181) »

:: Festa in frantumi (Pubblicato il 03/01/2024 04:18:57 - visite: 155) »

:: Il massacro di Venere (Pubblicato il 28/12/2023 04:59:47 - visite: 116) »

:: Io amo queste strade (Pubblicato il 26/12/2023 01:20:40 - visite: 149) »

:: Complementare (Pubblicato il 04/12/2023 06:08:01 - visite: 217) »

:: Guarigione disgraziata (Pubblicato il 03/07/2023 05:05:42 - visite: 199) »