Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 109 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Sep 25 18:32:49 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mio padre (Anniversario 2018)

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/04/2020 14:12:31


Foto di famiglia: mio padre a 29 anni nel 1942

Mio padre è stato ruvido e cattivo,
forse assomigliava alla sua terra
secca e indurita
quando d'estate il sole la forgiava.

E la sua pelle a volte traspirava
sudore vero, forse un'emozione,
a volte sembrava arido e crudele:
la guerra è una compagna occasionale
con la quale bisogna fare i conti
la lista dei rancori ci presenta
trasforma in un lupo affamato
chi era un tempo come agnello nato.

Mio padre aveva il senso del lavoro,
fermo non stava ed era presuntuoso
quello che lui faceva lo esaltava
con arroganza anche si vantava.

Quello che lui m'ha dato l'ho raccolto:
la presunzione a volte mi accompagna
l'amore che io provo non so dare
la solitudine spesso mi è compagna.

Mio padre aveva forse i suoi rimorsi
quando una lacrima negli occhi gli spuntava,
era orgoglioso e ruvido a momenti
come la terra dura un dì scavata
a me di certo assai rassomigliava.

Salvatore Armando Santoro

(Donnas 10.5.2018 – 10,09)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Pasqua di Resurrezione (Pubblicato il 14/09/2020 23:11:00 - visite: 20) »

:: Nuda (Pubblicato il 13/09/2020 23:04:09 - visite: 23) »

:: Autunno 2020 (Pubblicato il 13/09/2020 22:04:33 - visite: 24) »

:: Squaldrine (Pubblicato il 13/09/2020 21:52:28 - visite: 27) »

:: Insipido pane (Pubblicato il 13/09/2020 21:40:25 - visite: 18) »

:: Travi di castagno (Pubblicato il 09/09/2020 23:42:17 - visite: 24) »

:: Siesta (Pubblicato il 09/09/2020 23:23:17 - visite: 36) »

:: Occasi (Pubblicato il 09/09/2020 01:09:30 - visite: 26) »

:: Le puttane (Pubblicato il 08/09/2020 23:48:09 - visite: 56) »

:: Rosa fresca aulentissima (Pubblicato il 04/09/2020 04:35:22 - visite: 38) »