Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 140 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Nov 21 03:45:20 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il sigillo dell’angelo

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/07/2020 12:42:37

Credi davvero che l’uomo, da solo,
abbia inventato la ruota e gli attrezzi,
o le ceste intrecciate? Lungo i pendii
rotolavano pietre e i pettazzurri
tessevano nidi prima di noi.

 

Forse entrò un angelo, un antenato,
da un’albera o un orso, dentro la vita
posando un’immagine, al centro del cuore -
la più duratura -poi piano scomparve
dietro l’amato mistero di Huldra.

Fu come un’aria nel pane che lievita,
un fuoco che illumina un punto preciso
tra la mano e la pietra che viene scolpita?

 

Io credo al sigillo che abbiamo impresso
tra il labbro di sopra e la conca del naso,
al lento inchino di un vento sottile
che tenne acceso il lume votivo
tra il volo dei pesci distesi nel cielo
e le uccelle bagnate dall’onda del mare

 

dove i bambini, nostri gemelli,
scesero in cima alle ultime voci
con una lacrima, sola e perfetta,
restituita agli occhi chiari.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amina Narimi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Oltre le cime (Pubblicato il 20/08/2020 09:38:54 - visite: 83) »

:: Due ombre sottili di ogni colore (Pubblicato il 28/07/2020 15:26:03 - visite: 88) »

:: Il vento favorevole sull’erba (Pubblicato il 21/07/2020 08:43:53 - visite: 114) »

:: Un rivolo sul capo (Pubblicato il 18/07/2020 13:43:49 - visite: 138) »

:: Come fa un mattutino al sì di Maria (Pubblicato il 10/07/2020 00:58:23 - visite: 115) »

:: Mia lucida madre fra i girasoli (Pubblicato il 05/07/2020 21:55:47 - visite: 148) »

:: Benandanti (Pubblicato il 04/07/2020 11:51:49 - visite: 158) »

:: Con lenezza e devozione (Pubblicato il 02/07/2020 12:15:18 - visite: 178) »

:: Cinque ninive alle sue braccia (Pubblicato il 30/06/2020 23:38:05 - visite: 94) »

:: L’eccedenza della vita (Pubblicato il 28/06/2020 12:00:10 - visite: 140) »