Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 34 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Dec 2 14:58:26 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Robert Walser Poesie

di Alberto Castrini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/10/2020 22:07:47

Robert Walser è noto principalmente come scrittore. La sua attività poetica è conosciuta solo attraverso l'unica sua raccolta autorizzata di quaranta poesie, pubblicate all'inizio del secolo scorso.

Mentre invece, del poeta svizzero di lingua tedesca, nato nel 1878 e morto nel 1956 dopo 27 anni di permanenza in un manicomio, sono invece emerse, dopo la morte, circa altre trecentocinquanta liriche.

Nel libretto, a cura di Antonio Rossi (edizioni Casagrande), le quaranta poesie sono accompagnate da sedici acqueforti, appositamente create dal fratello Karl, celebre pittore.

Si tratta di liriche, scritte da un cuore sensibile che si arrende all'armonia della natura, che lo cattura anche da una visione domestica.

In questo lui pare continuare la strada iniziata da von Eichendorff in Germania mezzo secolo prima.

Walser privilegia la semplicità perché come disse Walter Benjamin: lui comincia dove finiscono le fiabe.

Rimarchevole è il rifiuto d'ogni ermetismo poetico, tanto in voga sia allora che oggi.

Anche per questo, se pur talvolta Walser non rispetta rigidamente la metrica, mantiene sempre una grandissima attenzione al ritmo.

Dalle sue poesie traspare una tensione emotiva coinvolgente che riconcilia l'armonia con la quotidianità delle nostre vite nel mondo.

Spalanca per questo le sue estatiche stanze “abitate da pazzi o saggi” per viverle assieme a noi.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alberto Castrini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alberto Castrini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Canto del popolo Yiddish messo a morte (Pubblicato il 10/04/2020 22:09:21 - visite: 115) »

:: Lacrime (Pubblicato il 29/07/2019 22:09:32 - visite: 175) »