:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 50 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue May 11 06:50:34 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Due rosse binarie

di Marco Galvagni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/03/2021 17:33:44

Continua ad essere il mio fiore

quando alberi rampicanti salgono

e sorridi nel rossore del tramonto;

allora basta un gesto tenero

perché nella notte l’orologio

scandisce le ore e ti empie d’oro.

 

Sei la donna amata nel mio petto,

il tuo capo d’oro scintilla

come un nasturzio luminoso,

gira agitando il mulino del cuore,

scendono le lancette delle ore notturne

tali a pipistrelli dal cielo.

 

Quando con te s’avvicina la luna

i tuoi baci infuocati

s’appiccicano come lumache

alla mia pelle che freme per te-

tu sola esisti nel mio universo

ebbro di pioggia a lacrime felici.

 

Al mio fianco, donna innamorata,

sei una canzone intitolata col mio nome

e mai ne sfogli altri.

Siamo due rosse binarie

intrise della rugiada dei campi ove ci stendiamo

feriti d’amore dagli aghi di pino.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marco Galvagni, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marco Galvagni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La danza gialla delle foglie (Pubblicato il 03/05/2021 17:37:28 - visite: 36) »

:: L’amore fragile e puro (Pubblicato il 18/04/2021 17:27:02 - visite: 65) »

:: Il battello dei sogni (Pubblicato il 12/04/2021 16:36:40 - visite: 56) »

:: La simbiosi (Pubblicato il 07/04/2021 15:31:16 - visite: 56) »

:: Due stelle (Pubblicato il 03/04/2021 15:20:44 - visite: 35) »

:: Sul lungofiume (Pubblicato il 30/03/2021 17:34:32 - visite: 56) »

:: Ghirlanda gialla (Pubblicato il 26/03/2021 15:51:26 - visite: 41) »

:: Nel pergolato dei baci (Pubblicato il 24/03/2021 14:14:06 - visite: 44) »

:: L’orgoglio dei vivi (Pubblicato il 19/03/2021 17:26:11 - visite: 77) »

:: In queste ramature (Pubblicato il 16/03/2021 17:20:22 - visite: 82) »