:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 61 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jan 17 16:01:45 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

D’improvviso la mente si fa immensa

di Rosetta Sacchi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 24/11/2021 16:41:51

D’improvviso la mente si fa immensa

come una strada vuota senza case

senza alberi ai lati senza il vento

col  suo leggero strascico di foglie.

 

Come l’aria spurgata d’ogni nota

del rumor sull’asfalto della suola

o del rombo d’un’auto che accelera 

lo schiamazzo dei ragazzi in comitiva

o del rantolo d’un qualsiasi animale

rassegnato in un angolo

sereno.

 

D’improvviso la mente si fa assente

come una voce tra le pareti fredde

d’una stanza che registrò il passaggio

della vita in ogni sua flessione

ed ora ha croci ritratti ragnatele

 

D’improvviso la mente si fa vuota

come lo sguardo di chi ha creduto vero

il miraggio compiuto a lui dinanzi

 mentre ad ogni progredir s'è allontanato

l’orizzonte che s’era figurato.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Rosetta Sacchi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Rosetta Sacchi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: ’Chi è costei?’ (Pubblicato il 24/01/2022 18:08:39 - visite: 27) »

:: Il desiderio della farfalla (Pubblicato il 23/01/2022 16:42:28 - visite: 27) »

:: Errore (Pubblicato il 22/01/2022 16:02:09 - visite: 38) »

:: Abbiamo una casa e dentro tutto (Pubblicato il 21/01/2022 15:36:49 - visite: 24) »

:: E quando il freddo vien di sera (Pubblicato il 20/01/2022 20:14:34 - visite: 26) »

:: E poi io (Pubblicato il 19/01/2022 08:04:00 - visite: 34) »

:: Dell’amore non resta nulla? (Pubblicato il 16/01/2022 16:40:24 - visite: 45) »

:: E poi c’è il tuo viso (Pubblicato il 15/01/2022 20:40:56 - visite: 27) »

:: Miro il vuoto (Pubblicato il 14/01/2022 21:56:50 - visite: 30) »

:: Senza titolo 9 (Pubblicato il 09/01/2022 16:27:57 - visite: 54) »