:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 68 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed May 11 16:27:23 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Gioia degli anni

di Gil
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/01/2022 10:10:50


Ci fu un gennaio già freddo
a onore dell'inverno inoltrato
il silenzio dei cortili legava
tra loro i muri delle case
e i portoni avevano ancora il verde
dei legni, l'ottone restava al pomello.

Non ci fu una grande sorpresa
né lo stupore del dirsi una stanza
ad accogliere l'errore del sesso
con accenti che furono d'alfabeti
portati in dote a una lingua messa a radice
in una terra rivoltata col pianto.

Era la mia generazione, inquieta
nel muoversi dentro l'alveo prima della luce
un segno profondo che tagliò la memoria
bagnando il tempo con l'insolenza del mito.

Ci fu un tempo di gravi respiri e di occhi
in discesa d'albe insicure di chiari, anime
che avevano perdute le ali in quartieri
dove già il suono del nome inseguiva la storia.

Ciò scrivo ancora a futura memoria
di fiori lasciati a sfiorire sul marmo.



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Gil, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gil, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ma dimmi di te (Pubblicato il 27/05/2022 13:39:07 - visite: 19) »

:: A due passi (Pubblicato il 26/05/2022 12:39:53 - visite: 42) »

:: E allora un fuoco (Pubblicato il 19/05/2022 10:30:22 - visite: 31) »

:: A giorni (Pubblicato il 14/05/2022 11:20:45 - visite: 70) »

:: Il cielo sul cuore (Pubblicato il 12/05/2022 11:30:28 - visite: 36) »

:: Detergimi (Pubblicato il 11/05/2022 12:03:13 - visite: 23) »

:: Declino (Pubblicato il 11/05/2022 12:00:19 - visite: 20) »

:: E scrivile (Pubblicato il 07/05/2022 10:11:14 - visite: 39) »

:: Sulla soglia (Pubblicato il 06/05/2022 12:13:04 - visite: 31) »

:: Non dimenticarmi mai (Pubblicato il 05/05/2022 13:42:38 - visite: 85) »