:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Intervista a Pedro Eiras
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 216 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Nov 26 02:37:56 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Occhi nel Buio

di Davide Stocovaz
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/02/2022 18:54:24

Nell’ora più oscura della notte

sobbalzo a sedere sul materasso

preda di tremiti e freddi sudori

ignaro di quanto ho sognato.

 

In un battito di palpebre

mi giro e resto di sasso:

nel buio, brillano due grandi occhi

di un essere indemoniato.

 

Attraverso il mare di tenebre

sono fari dai riflessi rosso rubino.

Mi fissano in modo aggressivo,

non riesco a muovere un muscolo.

 

Provo gelo nelle ossa

tremo come fossi pulcino.

Quale può essere il suo obiettivo?

Sono un uomo solo

 

e perduto nel terrore.

Oh alba, sorgi presto! Falli svanire!

Quel sguardo mi logora l’anima!

Una risata truce riempie la stanza.

 

Sussulta impazzito il mio cuore

quel verso non si può sentire

freddo e umido risulta il clima

svanisce in me ogni speranza.

 

Un artiglio vischioso mi prende la mano

provo un orrore senza fine.

Questa cosa mi porterà via, lontano

in una dimensione senza confine.

 

Grido, non resta altro da fare.

Di colpo, mi sento sollevare.

Oh, ti abbraccio, mio destino triste

 

è ora che io vada…


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Davide Stocovaz, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Davide Stocovaz, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Parole (Pubblicato il 08/05/2022 11:58:31 - visite: 129) »

:: Giorno dopo giorno (Pubblicato il 05/05/2022 11:21:19 - visite: 105) »

:: Giorno di Sole (Pubblicato il 13/03/2022 22:06:45 - visite: 212) »

:: Pagina Bianca (Pubblicato il 09/03/2022 17:28:34 - visite: 127) »

:: Resta la Cenere (Pubblicato il 01/03/2022 19:36:19 - visite: 202) »

:: Dittatore (Pubblicato il 27/02/2022 21:08:08 - visite: 99) »

:: Anime Vagabonde (Pubblicato il 12/02/2022 21:48:49 - visite: 308) »

:: Il risveglio della falena (Pubblicato il 05/01/2022 15:57:27 - visite: 356) »

:: Il destino mio (Pubblicato il 28/11/2021 17:18:58 - visite: 245) »

:: A te, lontana (Pubblicato il 07/11/2021 16:47:43 - visite: 241) »