:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1565 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed May 25 13:08:38 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I brividi del sole

di Plinio Perilli 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/02/2014 12:37:21

I brividi del sole

4 Febbraio 2012, torna la neve a Roma:
il giorno dopo, un pettirosso è sceso
spaurito e fiero nel mio giardino…


Sulla neve, dalla neve giù arrivi
a me che da sempre – o mai più –
t’aspettavo… Rotola il volo, zampetta
lì, grigioperla sul bianco… Tanto lieve
da fermare il respiro, e riammonirlo!
Principino d’Ardore, suo severo batuffolo...
Amore senza aggettivo, bianco senza colore,
che arrossisce a donarsi e già s’insanguina
come un sogno trasmigrato a lenirci.


Buffo il Sublime s’accontenta, sacramenta
le poche briciole scosse dalla tovaglia:
ciacole, mollichine del pranzo di oggi…
Frulli, poi rincalzi le ali, ma pesi, vali
nello sguardo – e già lo liberi, con te in volo
come brilla un nome, ogni bacio baciato,
radioso freddo strofinato in tepore.

Pettirosso che tremi ma ci insegni
la paura che sempre ti arrechiamo,
soppesiamo nascosti, rapiti dietro i vetri,
ogni finestra accesa di Realtà… Ritorni,
ridiscendi – ma sempre teso a scappare…
Due spilli neri, gli occhi, pungono carezze:
le alette precipiti e tremanti, convulse
nell’enigma che pur giungi a irradiare…


Feritoia di luce, bianco che si ferisce – appena
un attimo, duole e ne sorride. Poi si scioglie
in neve, ghiaccia nell’oltre, ci visita il cuore.
Miracola le ali e torna in cielo, minuscolo
a propagandare l’Immenso: come un apostolo
la sua parabola racconta, c’infebbra in briciole.



Il canto è nostro, per questo tu lo taci,
scheggi l’azzurro e raspi, limi l’anima
quasi tronco o metallo… Stridi felice, ma
noi già ti perdiamo, se per capirti dobbiamo
perderti, amarti mentre fatato guizzi via,
torni luce nel bianco! – ferita e feritoia,
briciole coronate di sguardo, calore d’occhi…


Non c’è dolore in cielo, tu lo salvi quaggiù.
Ora la neve è carta, e s’addormenta: poi ci
risveglia, assieme, ali e parole, i brividi del sole.
Svoli via nello sguardo, torni parola – questa – .
Il petto rosso ci sarà promessa, ogni nostra ferita
che il Mondo sta guarendo, perdonata d’Amore.




« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Gian Piero Stefanoni, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gian Piero Stefanoni, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Gli dèi non cancellarono , di Vito Moretti (Pubblicato il 24/02/2019 10:44:45 - visite: 804) »

:: Signore, ricordati non solo #GiornoMemoria. , di Sconosciuto (Pubblicato il 21/01/2019 09:50:19 - visite: 872) »

:: Che spunti lo stelo , di Mikica Pindzo (Pubblicato il 25/01/2016 16:44:23 - visite: 1487) »

:: Noi siamo la buccia e la foglia. , di Rainer Maria Rilke (Pubblicato il 07/12/2015 19:21:54 - visite: 2474) »

:: Finezza , di Juana Rosa Pita (Pubblicato il 07/07/2015 11:19:18 - visite: 1367) »

:: Andassi anch’io per stracci. Avessi , di Sandro Penna (Pubblicato il 15/05/2015 16:58:53 - visite: 1488) »

:: Ce n’ho abbastanza , di Vittorio Vitolo in arte Victor Cavallo (Pubblicato il 27/03/2015 10:43:29 - visite: 1787) »

:: Ho dormito l’ultima notte , di Elio Filippo Accrocca (Pubblicato il 21/07/2014 11:42:16 - visite: 1814) »

:: Soglia , di Ronald Stuart Thomas (Pubblicato il 28/06/2014 12:28:50 - visite: 1471) »

:: Piazza di Spagna , di Jorge Eduardo Eielson (Pubblicato il 08/03/2014 13:28:08 - visite: 1732) »